31.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Ebola, grave la seconda infermiera. A che punto è il vaccino?

HomeCronacaEbola, grave la seconda infermiera. A che punto è il vaccino?

ebola paziente in isolamento in texas dallas

Amber Vinson è il nome della seconda infermiera contagiata negli Stati Uniti, a Dallas, dove era entrata in contatto, a sua volta, con il “paziente zero” morto la settimana scorsa.
Ebola finora ha contagiato due infermiere del Texas Health Presbyterian e Amber Vinson pare essere più grave della collega che si era ammalata prima.

Amber Vinson purtroppo potrebbe aver passato ad altri il virus, aveva infatti viaggiato da Cleveland a Dallas su un aereo della Frontier Airlines, il giorno prima di manifestare i sintomi. 132 persone che erano sullo stesso volo sono già state contattate.

“Non avrebbe dovuto volare”, ha commentato il direttore dei Cdc, Tom Frieden, annunciando che in futuro il personale sanitario sotto controllo non potrà viaggiare su voli commerciali.

A che punto è il vaccino? La domanda che ci si sente rivolgere più spesso in tema di possibile pandemia.

Attualmente, escludendo rimedi folcloristici e improvvisati – come quello del guru indiano e maestro di yoga Baba Ramdev che ha pubblicizzato un rimedio naturale contro l’Ebola, ma che le autorità sanitarie di New Delhi hanno smentito possa curare il virus – si sta lavorando nei laboratori di tutto il mondo.

In questo momento sono in sviluppo una quindicina di farmaci che dovrebbero contrastare la malattia come terapia, mentre sono in fase di studio una decina di vaccini per prevenirla. La cattiva notizia è che le prime sperimentazioni non potrebbero avvenire prima di gennaio 2015.

Paolo Pradolin

16/10/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.