Donna anziana derubata in casa a Mestre: “Signora esca, c’è odore di gas”, erano loro con una bomboletta

1391

Donna anziana derubata in casa a Mestre: "Signora esca, c'è odore di gas", erano loro con una bomboletta

Un’altra donna anziana derubata in casa da finti venditori-assicuratori-avvocati-incaricati ecc..
Per quanto le forze dell’ordine si diano da fare per assicurare alla giustizia questi delinquenti, ne spuntano sempre di nuovi come funghi pronti a portare via tutto a soggetti anziani e soli.

Mestre teatro dell’ennesimo caso ieri mattina. In via Jacopo Palma a Mestre gli agenti sono arrivati a portare soccorso ad una signora 85enne verso le 11.30.
La donna ingenuamente raccontava di aver aperto la porta a due uomini, di cui uno certamente veneto e ben vestito e l’altro con una tuta da elettricista, che spacciandosi per operatori dell’acquedotto, dopo aver controllato il contatore dell’acqua le chiedevano di poter effettuare un sopralluogo in casa perché avevano trovato delle tracce di gas nelle tubature dell’acqua.

I due soggetti, pertanto, accompagnati dalla donna entravano all’interno dell’abitazione e, per simulare la perdita, uno dei due faceva uscire da una bomboletta un forte odore di gas e si faceva consegnare tutto l’oro della signora, per un valore di 10000 euro, dicendole che l’avrebbe portato in frigo per evitare che lo stesso fosse contaminato.

Successivamente si spostavano nel soggiorno della vittima dove i due prendevano anche un televisore praticamente indisturbati dato che all’interno dell’abitazione si era fatta irrespirabile, la donna si era allontanata lasciando soli i due uomini.

Sono in corso le indagini della Polizia.

Si raccomanda alla cittadinanza ed agli anziani in particolare, di non aprire la porta di casa a sconosciuti.

Si raccomanda inoltre ai figli, nipoti e parenti stretti di non lasciare soli gli anziani, anche se non si abita con loro e di farsi sentire spesso e interessarsi ai loro problemi quotidiani adottando tutte le cautele necessarie nei contatti con gli sconosciuti.
Se si hanno dubbi fargli capire che è importante chiedere aiuto ai familiari, ad un vicino di casa oppure contattare il 113.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here