Dipendenti Actv infedeli condannati: rivendevano biglietti

ultimo aggiornamento: 06/02/2015 ore 07:00

122

Dipendenti Actv infedeli condannati

M.V., 56enne pontoniere residente nel Padovano e M.G., 57enne bigliettaio chioggiotto, sono stati condannati per condotta illecita relativa alla gestione di biglietti Actv.
Il gip Andrea Comez ha condannato il primo a un anno e 8 mesi, il secondo a un anno e mezzo per peculato, come aveva chiesto il pm Roberto Terzo.

Secondo le accuse i due avevano messo in piedi un sistema nel quale il primo raccoglieva i biglietti buttati via dai turisti all’imbarcadero della stazione mentre il secondo li rivendeva tenendosi i soldi.


I due dovranno anche risarcire Actv per 10 mila euro.

Francesca Chiozzotto

[05/02/2015]


Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here