domenica 16 Gennaio 2022
2.4 C
Venezia

Dall’Italia. Ha tentato di uccidere la ex due volte, ora è libero. “Questa volta ce la farà”

HomeDall' ItaliaDall'Italia. Ha tentato di uccidere la ex due volte, ora è libero. "Questa volta ce la farà"

Dall'Italia. Ha tentato di uccidere la ex due volte, ora è libero. "Questa volta ce la farà"

“Ha tentato di assassinarmi due volte, ora è libero: mi aspetto di essere uccisa da un momento all’altro. La mia vita è finita”.

Due tentativi di omicidio verso la donna che aveva chiuso la relazione, il secondo – è questo è clamoroso – organizzato addirittura in stato di detenzione, pianificando il tutto e pagando il compagno di cella. Ciò nonostante, dalla condanna precedente è uscito anticipatamente “per buona condotta”.

La storia raccontata da La Nuova oggi in edicola è estremamente inquietante.

Nell’articolo a firma di Niccolò Zancanferrara tutti i pericoli e le incongruenze di un sistema che, nonostante anche recenti provvedimenti, sembra non tutelare sufficientemente le donne esposte al rischio di femminicidio.

Ferrara: prosciolto anche dopo aver provato ad assoldare un killer. La donna: «Vivo segregata»
Sopravvissuta due volte al suo ex
«È tornato libero, ora mi ucciderà»

Il suo nome è Lucia (il nome completo è riportato sul quotidiano) e forse sarà lei la prossima donna uccisa da un uomo.

«Non so quanti giorni mi restano, se qualche ora o qualche mese. Aspetto come una malata terminale. Mi manca il futuro, vivo senza la possibilità di condividere il tempo con gli altri esseri umani. Avevo fatto costruire questo porticato davanti a casa, perché ci tenevo tanto a cenare fuori con gli amici nelle sere d’estate, e invece…».

Allarmi perimetrali. Telecamere puntate. Porte e finestre blindate. «Giro con lo spray al peperoncino attaccato al collo, esco con gli occhiali scuri per paura che mi venga lanciato addosso dell’acido. Ogni volta che vado da qualche parte devo chiamare con un’ora di anticipo i carabinieri. Loro mi seguono sempre, per quanto gli è possibile. Voglio ringraziarli con tutto il cuore per ciò che stanno facendo».

Già due volte la signora Lucia doveva essere morta. Ma adesso l’uomo che ha provato ad ucciderla con le sue mani, l’uomo che mentre era in carcere ha pagato venticinquemila euro più un trattore e un’auto, perché qualcun altro facesse il lavoro al posto suo, adesso quell’uomo è tornato in libertà.

Vive nella Bassa a quattro chilometri dalla cascina con il cancello blindato, il porticato sgombro e le finestre tutte chiuse. Non può avvicinarsi. È ritenuto pericoloso. Ma è stato prosciolto dal secondo tentato omicidio. Perché, c’è scritto nella sentenza, secondo l’articolo 115 del codice penale: «Il fatto è stato ricondotto non già nella figura del tentato omicidio, bensì del “quasi delitto”». Quasi.

Eppure… È stato provato che lui volesse ammazzarla ancora. Sì, ha pagato il compagno di cella, un bulgaro di nome Radev S. D., perché organizzasse l’omicidio.

Sì, è stato intercettato mentre diceva al bulgaro frasi come questa: «Io spero che lo facciano proprio bene, bene che non si trova proprio più…». Sì, ha istigato all’omicidio. Ha desiderato l’omicidio. Ha pagato per l’omicidio. Ma mancano i passaggi successivi: «Non ci sono stati atti preparatori…».

Lucia … (l’articolo completo su La Nuova oggi in edicola).

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...