30.1 C
Venezia
lunedì 26 Luglio 2021

Dai Fenici fino ad arrivare ai giorni nostri, il tonno è il vero protagonista della tavola

Homenotizie utiliDai Fenici fino ad arrivare ai giorni nostri, il tonno è il vero protagonista della tavola

Una storia d’amore senza fine, quella tra il tonno e le nostre tavole.
La Giornata Mondiale del Tonno si festeggia il 2 maggio, per ricordare il valore che questo alimento ricopre non soltanto nella nostra dieta, ma anche per lo sviluppo, l’occupazione e la sostenibilità.

Tra il III secolo a.C. e il II secolo, si svilupparono le prime compagnie di pesca del tonno lungo coste del Mediterraneo, i Fenici furono i primi a costruire vere e proprie tonnare. Dal XIX secolo il commercio del tonno sott’olio ebbe maggiore impulso. L’industria di trasformazione del tonno iniziò a svilupparsi attorno alla metà degli anni ‘50 del XX secolo. Nello stesso periodo iniziò la pesca industriale nei mari tropicali.

L’amore degli italiani per questo alimento sembra non subire mai i segni del tempo. Facile da cucinare e soprattutto estremamente versatile, il tonno non tradisce le aspettative, basti pensare che le sue qualità restano inalterate sia che venga consumato fresco che in scatola (sott’olio o al naturale). Il tonno è parte integrante della dieta mediterranea, ricco di proteine nobili, favorisce l’apporto di acidi grassi omega-3, è ricco di iodio, potassio, ferro, fosforo e vitamine del gruppo B. A differenza di quello fresco il tonno in scatola è più economico, facilmente reperibile e conservabile.

Il tonno viene consumato dal 93% della popolazione italiana, di cui il 43% lo consuma ogni settimana. Tra gli italiani che praticano sport, inoltre, il tonno è stato inserito nella Top 5 dei migliori alimenti a cui non è possibile rinunciare insieme a bresaola, carni bianche, legumi e yogurt (Indagine Doxa/Ancit).

Il valore del mercato del tonno in scatola in Italia ammonta a circa 1,4 miliardi di euro (dati Ancit 2020 – Associazione Nazionale dei Conservieri Ittici e delle Tonnare), con una produzione nazionale di 74mila tonnellate e un consumo di 153.251 tonnellate, pari a circa 2,5 kg pro capite, per un settore che conta circa 1.500 addetti. L’Italia è tra i più virtuosi dell’industria alimentare per quanto riguarda il comparto del tonno in scatola, tanto da detenere il secondo posto dietro la Spagna, con un volume di 24mila tonnellate di tonno in scatola destinato al mercato europeo ed extra europeo.

Se il 2 maggio è la Giornata Mondiale del Tonno impariamo dalle buone abitudini. Leggiamo le etichette delle scatolette di tonno e scegliamo quei produttori, come Airone Seafood, che hanno deciso di coniugare qualità e affidabilità. La buona educazione alla consapevolezza non passa mai di moda.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.