mercoledì 19 Gennaio 2022
0.6 C
Venezia

Chiuso bar: violate regole anti-Covid, acustiche, sanitarie e sul ‘lavoro nero’

HomebarChiuso bar: violate regole anti-Covid, acustiche, sanitarie e sul 'lavoro nero'

Accertato che il bar violava le norme di contenimento della diffusione del Covid-19. Circa 100 i clienti al momento del controllo.

Nel corso della serata di giovedì 29 luglio, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Donà di Piave (VE) e della locale Stazione, con il supporto dei reparti specializzati del NAS (Nucleo Antisofisticazioni e Sanità) di Treviso e del NIL (Nucleo Ispettorato del Lavoro) di Venezia e in collaborazione con la Polizia Locale sandonatese, hanno proceduto al controllo di un pubblico esercizio ubicato nella zona commerciale di via Iseo.
All’atto del controllo sono stati individuati oltre 100 avventori e l’ispezione ha permesso di riscontrare l’occupazione di due lavoratori senza regolare contratto, inadeguatezze igienico-sanitarie e strutturali, la mancata attuazione delle procedure di autocontrollo HACCP nonché omessa indicazione degli allergeni sui prodotti alimentari utilizzati.

Per l’impiego dei lavoratori irregolari è stato adottato il provvedimento di sospensione dell’attività (appurando l’occupazione di lavoratori irregolari pari al 22% rispetto ai regolari) con diffida a regolarizzare la loro posizione nonché applicata la prevista sanzione in materia di “lavoro nero”.
La Polizia Locale ha in aggiunta accertato e contestato la violazione delle norme di contenimento della diffusione del Covid-19, in quanto l’attività commerciale non poneva in atto misure idonee ad evitare l’assembramento e garantire il distanziamento tra gli avventori, compresi molti minorenni, del regolamento comunale sull’impatto acustico dell’attività e delle prescrizioni relative alla concessione del plateatico presente.

In base alle norme Covid-19, per l’attività, essendo stato ritenuto necessario impedire la prosecuzione o la reiterazione della violazione, è stata quindi disposta la chiusura provvisoria per una durata di 5 giorni.
Complessivamente sono state comminate sanzioni amministrative pari a 11.200 euro.
In merito alle violazioni verranno informate le autorità, sanitaria e amministrativa, per la parte di rispettiva competenza.
Le verifiche continueranno anche nei confronti di altre attività commerciali a garanzia sia degli esercenti che rispettano le regole che dei fruitori delle stesse.

Vedi anche:

Plateatici “aperti”: a Venezia sempre più tavolini e sedie

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

“Io, sfrattata da Venezia, ho voluto a tutti i costi tornarci ed è stato un incubo”. Lettere

In risposta alla lettera “So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Venezia... Io ci sono nata 60 anni fa e sono dovuta scappare a 15 anni con tutta la famiglia perché già a quei tempi per...

“Ma è normale che il marinaio Actv abbandoni una borsa trovata a bordo in un pontile deserto?”. Lettere

Mi piacerebbe capire se il seguente comportamento è normale: fatto avvenuto la sera del 12 dicembre, a bordo del motoscafo linea 4.1 delle ore 20,16 circa, partenza piazzale Roma, direzione Murano. Alla stazione una coppia scende e dimentica una borsa che il marinaio...

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...