Un tetto per quanti dormono in strada con “Casa della Speranza”

ultimo aggiornamento: 28/05/2015 ore 09:38

90

Il sottoscritto Massimo Lorenzato segretario dell’Associazione Cercu Iabri Onlus in collaborazione con alcuni volontari della
parrocchia del quartiere CITA chiedo la gestione dell’ex scuola
Monteverdi di Marghera (l’edificio, dopo un periodo di assegnazione al consiglio di quartiere per attività di tipo sociale, fu destinato ad ospitare uffici dell’assessorato all’urbanistica, come risulta a tutt’oggi) affinchè si possa dare un tetto a tutti coloro che dormono in strada dando vita alla “Casa della Speranza”.

Contemporaneamente chiedo che il Comune di Venezia rilasci una tessera ai senza tetto per usufruire dei servizi igienici pubblici in Venezia e Terraferma.

Considerando l’urgenza chiedo un cortese incontro con i candidati.
Distinti saluti


Massimo Lorenzato

28/05/2015


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here