7 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Capodanno classico a Venezia con i fuochi, a Mestre spettacoli in Piazza Ferretto

HomeAgenda AppuntamentiCapodanno classico a Venezia con i fuochi, a Mestre spettacoli in Piazza Ferretto
la notizia dopo la pubblicità

Capodanno 2016, gli spettacoli a Venezia, Marghera e Lido
Feste di Natale, clima natalizio e via dicendo, ma si avvicina anche la fatidica notte di Capodanno, molto più ludica e spensierata. Vediamo come si festeggerà a Venezia e a Mestre.

Venezia
Allo scoccare della mezzanotte Venezia accoglie il nuovo anno con uno spettacolo pirotecnico che illuminerà il Bacino di San Marco.
Un arcobaleno di colori si specchierà sulla laguna regalando uno scenario emozionante e suggestivo per la notte più attesa dell’anno.

A firmare lo spettacolo pirotecnico, promosso da Vela per conto dell’Amministrazione Comunale di Venezia, sarà la storica ditta di Arquà Polesine, Martarello Group, che dal 1921 illumina eventi pubblici e privati di grande prestigio e che quest’anno è risultata vincitrice ad una importante competizione internazionale, la Da Nang International Fireworks Competition.

Martarello porta a Venezia la sua secolare esperienza nel campo dei fuochi d’artificio adattando lo spettacolo al delicato ambiente lagunare: una sinfonia di colori caldi scalderà il cuore di cittadini e visitatori che hanno scelto di trascorrere a Venezia una notte magica.

La visuale migliore per godere dello spettacolo è quella di Riva degli Schiavoni, Riva Ca’ di Dio, Riva San Biagio, Riva dei Sette Martiri).

Informazioni su servizi e ordinanze sul sito: http://events.veneziaunica.it/it/Capodanno-Venezia-2018

Mestre
Saranno le note di Radio Piterpan a scandire la fine dell’anno vecchio e l’inizio di quello nuovo a Mestre.

A partire dalle ore 22,30 il palco di Piazza Ferretto sarà animato dal direttore di Radio Piterpan, Marco Baxo, e dalla Dj Lady Helen, in veste di animatori e presentatori dell’atteso appuntamento di Capodanno mentre musica e intrattenimento saranno curati in consolle il Dj, Andy Mancuso.

Il programma del veglione, promosso da Vela per conto dell’Amministrazione Comunale, sotto le stelle si preannuncia ricco di musica. Protagoniste della serata, sino alle ore 01,30, sono: la cantante e conduttrice Luisa Corna e il gruppo rivelazione Le Deva.

Luisa Corna è un’artista dalla lunga carriera musicale e televisiva. In particolare, si ricorda la sua partecipazione al “Festival di Sanremo” nel 2002 in coppia con Fausto Leali, con il brano dal titolo “Ora che ho bisogno di te”. L’estate scorsa è stata fra gli ospiti di Festival Show proprio a Mestre sempre in coppia con Fausto Leali, ritrovato dopo molto tempo, regalando alle migliaia di persone che affollavano Piazza Ferretto momenti di grande emozione.

Le Deva sono un gruppo di artiste tutto al femminile composto da Laura Bono, Verdiana, Roberta e Greta, legate da amicizia e stima. Ognuna di loro ha un percorso artistico personale importante. Quattro musiciste seguite ed amate dal proprio pubblico a cui si rivolgono per far arrivare il loro messaggio di libertà e amore.

La serata continuerà sino alle ore 02.00 circa con una coda musicale curata dal Dj Andy Mancuso.

“Ancora una volta“ dichiara Piero Rosa Salva, Amministratore Unico di Vela Spa “l’Amministrazione Comunale, per nostro tramite, ha messo a punto un programma di iniziative musicali e di intrattenimento per i cittadini e i visitatori che hanno scelto di trascorrere il Capodanno nella nostra città, in allegria e sicurezza, contribuendo a rendere la notte di fine anno un momento di serenità e di buon auspicio per l’anno nuovo”.

Maggiori informazioni sono reperibili sul sito sui seguenti siti: www.comune.venezia.it,
www.veneziaunica.it, oppure tramite Twitter a @veneziaunica e #lecittainfesta o, ancora,
rivolgendosi al call center di Hellovenezia 041.2424, operativo tutti i giorni dalle 7.30 alle
20.00.

Luca Calloni

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Luca Calloni
Regista di eventi e spettacoli, curatore di concerti, dee jay e conduttore radiofonico, indimenticabile amico e co-fondatore de 'La Voce di Venezia'. E' responsabile di aver fatto ballare migliaia di persone alle nostre feste, tra cui - indimenticabili - quelle del 'Carnevale di Venezia'. E' frequente incontrare la sua voce nelle frequenze delle migliori radio del Veneto.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...