Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
14.8C
Venezia
lunedì 01 Marzo 2021
HomeLavoroBidella lavora un giorno in tre mesi (part time con molti certificati)

Bidella lavora un giorno in tre mesi (part time con molti certificati)

scuole sporche venezia bidelli addetti pulizie
Un bel pasticcio quello di una scuola media di Vigonza, e delle frequenti assenze di una ausiliaria part-time. Fatte salve e insite nella legittimità dei lavoratori e delle lavoratrici i diritti costituzionali e sindacali, in realtà la scuola, per voce della preside Nadia Vidale, si trova a non poter assolvere ad un servizio necessario alla comunità che dirige.

E’ pur vero che l’ausiliaria chiamata in servizio per tre giorni alterni alla settimana (mercoledì, giovedì e sabato), per coprire 18 ore lavorative, abita a seicento chilometri da Padova e che è mamma di un bambino piccolo. E altrettanto evidente è la difficoltà di spostarsi, di trovare una sistemazione abitativa provvisoria e del resto questo problema degli spostamenti, affligge i lavoratori della scuola, che spesso accettano l’incarico per necessità, ma poi non sanno come fare a gestire la loro vita.

Rinunciare ad un lavoro è difficile di questi tempi, ma la storia di questa persona, venuta alla luce attraverso un forum di 1.800 docenti è approdata alla Federcontribuenti e la polemica è subito entrata al centro della discussione via chat.

La dipendente scolastica, che dal secondo mese percepisce il 30% dello stipendio, ha lavorato solo un giorno, per quattro ore, poi una serie di certificati medici e difficoltà e impedimenti familiari, le hanno consentito di assentarsi dal lavoro.

Al reiterarsi di queste situazioni, la preside chiede un accertamento fiscale, che però non avviene, poi riceve il certificato medico del pediatra che dichiara l’indisposizione del bambino e quindi l’assentarsi dal lavoro, così come consente la legge quando i bambini sono piccoli.

La preside cerca un approccio: chiede all’ausiliaria di recedere dal contratto, ma la stessa rifiuta, non può permettersi di perdere quel lavoro, che le è necessario anche per il punteggio, le dice che non sa come fare, a chi affidare il bambino.

La questione rimane sospesa sulle maglie di una legislazione che sembra fatta apposta per svantaggiare la precarietà e questo non può neanche dirsi un caso limite, considerando questa storia similare a tante altre, che dal nord al sud manifestano disagio personale, collettivo, che si riversa in ultima analisi, proprio sul Servizio scuola, di cui fruiscono i ragazzi.

Andreina Corso

(foto di repertorio)

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.