Beppe Grillo punta il dito sui giornalisti, Maria Novella Oppo prima della ‘lista’

ultima modifica: 07/12/2013 ore 08:02

307

beppe grillo contro napolitano

sponsor

La prima della ‘lista’ è Maria Novella Oppo dell’Unità. Scrive Beppe Grillo in un post sul suo blog: «Maria Novella Oppo si vanta di lavorare all’Unità dalla fine del ‘73. Da allora non ha mai avuto un altro lavoro ed è mantenuta dai contribuenti da 40 anni grazie ai finanziamenti pubblici all’editoria che il Movimento 5 Stelle vuole abolire subito. La Oppo appena può diffama pubblicamente il M5S».

sponsor

Grillo ricorda che «il M5S abolirà il finanziamento pubblico all’editoria e la Oppo dovrà cercarsi un lavoro. Non è mai troppo tardi, o forse sì».

Infine, la stoccata che ha fatto indignare molti: «invitiamo a segnalare gli articoli dei “giornalisti” stile Oppo per la nuova rubrica del blog: “giornalista del giorno”».


Quale lista? Una specie di ‘lista nera’ dove appendere al muro della gogna web i giornalisti che «scrivono male di Grillo e di M5S» secondo l’opinione che serpeggia, oppure che «non dicono la verità e non fanno correttamente il loro lavoro» secondo il Movimento.

Per Gianni Cuperlo si tratta di «parole inquietanti». Pippo Civati dice: «Fare addirittura la lista dei giornalisti è molto grave». Matteo Renzi giudica l’episodio come un esempio di «imbarbarimento e volgarità» .
Ma critiche arrivano anche dal presidente della Camera Laura Boldrini («È preoccupante e pericoloso stilare liste di proscrizione dei giornalisti sgraditi e sottoporli alla gogna digitale, versione 2.0 dei pestaggi di un tempo»)e dal senatore Luis Alberto Orellana («Non sono d’accordo con quello che scrive la Oppo, ma queste cose non mi piacciono. In Rete c’è di tutto, tanta brava gente, ma anche aggressivi che così vengono messi contro le persone. Ci vorrebbe più prudenza. Mi dissocio»).

Il metodo sarà certo discutibile, ma la logica di fondo del pensiero di Grillo affonda nelle trame filosofiche di Massimo Catalano: “I giornalisti possono scrivere di me? Perchè io non posso scrivere di loro?”

Paolo Pradolin

[07/12/2013]

Riproduzione vietata

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

13 persone hanno commentato questa notizia

  1. LA META’ DI QUELLO CHE SCRIVONO,E’ LEGATO AL PARTITO POLITICO DI TURNO CHE SPONSORIZZA LA TESTATA, IL RESTO E’ PAGATO DA NOI CONTRIBUENTI. RITENGO CHE IL FINANZIAMENTO AI GIORNALI SIA L’ULTIMO DEI PROBLEMI CHE ABBIAMO IN ITALIA. GIANNI FERRARI

  2. Siamo al paradosso.
    Un fanatico, ex collaborazionista del potere mediatico che condanna a una seppur schierata giornalista.
    Caro signor Grillo sul banco degli imputati sa bene che ci sarebbe anche lei assieme al suo idolatrato signor Casaleggio.

  3. Questo fatto mostra che fuori riflettono meglio sugli Italiani. Su Beppe Grillo all’estero sì dice che é l’uomo più pericoloso in Europa. Anche in Germania, Beppe Grillo è una speranza per i movimenti a far rivivere il nazismo. Il suo radicale anti-parlamentarismo nel nucleo è anti-democratico. Il giornalista britannico Nicholas Farrell vede anche parallelismi con Benito Mussolini che come lui ha anche fondato un movimento e non un partito e di essere la vera voce del popolo. Si può solo augurarsi per l’Italia che Steinbrück parlando di Berlusconi e Grillo aveva torto, dicendo che gli italiani hanno scelto due comici. Purtroppo sembra che lui si è sbagliato su uno dei due.

  4. Ma se Beppe Grillo vuole sfiduciare questo governo e anche il presidente Napolitano perché non cerca in parlamento l’aiuto che gli serve invece di sbraitare nelle piazze! Dovrebbe saperlo che con le urla non si ottengono risultati…

    • il post di Beppe è uscito dalla home e mi è parso non ci fosse più, alla mia età può capitare di vedere male, mi spiace,
      ma l’articolo mi pare equilibrato… attenti non cadere nella ‘sindrome da accerchiamento’…
      l’autore

  5. E’ dagli anni 80 che la sinistra fa disinformazione o punta il dito contro chi non la pensa come loro! Adesso sono scandalizzati o preoccupati se qualcuno finalmente dice come stanno le cose! La verità purtroppo e’ che Beppe Grillo minaccia, alza la voce ma poi in parlamento non fa molto magari cercando o offrendo consensi!!

  6. Mi faccia capire: Oppo può scrivere quello che vuole, Cuperlo parla di “parole inquietandi” (e scrive quello che vuole), lei scrive quello che vuole. Se grillo chiede di raccogliere articoli contro il M5S è pericoloso. Mi creda, gli Italiani sono sì caproni, ma non scemi.

Please enter your comment!
Please enter your name here