venerdì 21 Gennaio 2022
-0.4 C
Venezia

BANCOMAT MANOMESSI | Carabinieri appostati beccano due in pieno 'cash trapping'

HomeRegione VenetoBANCOMAT MANOMESSI | Carabinieri appostati beccano due in pieno 'cash trapping'

VERONA | I carabinieri della Compagnia di Verona hanno arrestato un rumeno e un bosniaco per furto aggravato, in quanto ritenuti colpevoli di aver manomesso un bancomat con un attrezzo metallico idoneo a non far erogare denaro, nonostante lo sportello fosse perfettamente funzionante, in modo da sottrarre denaro a chiunque avesse tentato un prelievo. In stretta collaborazione con la centrale operativa di Veneto Banca, che grazie ad un nuovo software ha segnalato ai Carabinieri una possibile manomissione del bancomat,i militari hanno sorpreso i due mentre tentavano di estrarre il marchingegno dal bancomat preso di mira nella centrale Piazza Simoni.

Il tutto si sviluppa sabato pomeriggio, quando un prelievo con una carta sospetta attiva il programma di riconoscimento sviluppato dalla Società : immediatamente vengono richiesti i fotogrammi dai quali si risale in modo inequivocabile ad uno dei due delinquenti. L’appostamento dei militari dà  i suoi frutti e dopo circa un’ora l'uomo visto dalla telecamere di video sorveglianza ed il complice ritornano al bancomat per estrarre l’aggeggio con il denaro incastrato, venendo arrestati in flagranza per tentato furto aggravato.

Dalla perquisizione personale e della loro auto i Carabinieri ritrovano altri due strumenti e numerose carte da loro utilizzate. I due, domiciliati nel bergamasco, sono finiti davanti al giudice Giorgio Piziali che ha convalidato gli arresti e ha disposto per H. Andrei Ciprian, rumeno classe 92, già  arrestato in agosto per lo stesso tipo di reato a Biella, la custodia cautelare in carcere, e per H. Selin, bosniaco classe 73, incensurato, la detenzione domiciliare. Il processo per direttissima è fissato per giovedì 25 ottobre.

Il fenomeno del “cash trapping” sta prendendo sempre più piede in Italia, e si differenzia dalla clonazione di carte e bancomat in quanto non va a copiare codici e serie magnetiche delle carte, ma è un dispositivo meccanico che blocca le banconote in uscita, che rimangono incastrate nei denti della cosiddetta “forchetta”. Il furto è articolato su due fasi: inizialmente avviene un primo prelievo da parte dei malfattori, esclusivamente per far aprire lo sportellino bancomat e poter inserire il meccanismo, dopo un po’ di tempo e qualche prelievo da parte di ignari clienti, non andati a buon fine, viene effettuata la stessa operazione ma all’inverso, un altro prelievo che riapre lo sportellino e poi l’estrazione della “forchetta” con incastrati i soldi dei clienti.


[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[23/10/2012]


titolo: BANCOMAT MANOMESSI | Carabinieri appostati beccano due in pieno 'cash trapping'
foto: BANCOMAT (REPERTORIO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Pipì in calle e bottiglie di vetro vicino a un monumento: multa e daspo per 4 giovani

Multa e daspo per quattro giovani in campo Santa Margherita a Venezia per comportamenti che violavano il Regolamento di Polizia urbana.

“L’attuale modello economico è basato sull’assembramento: la IV ondata ve la siete cercata”. Lettere

"Nessuno ha mai controllato il rispetto delle regole negli alberghi di Venezia"

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Il Mose vince: Venezia “asciutta”. Perché la conferma tarda ad arrivare

L'acqua alta a Venezia non è arrivata: la marea ha toccato a Lido 138 cm. ma le paratie del Mose alle 18.40 di lunedì erano già issate

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...