COMMENTA QUESTO FATTO
 

Arrestato trio spaccio due tunisini italiana incinta

Stroncata ennesima cellula di spaccio dai Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Ve Mestre. Ancora una volta i militari si sono trovati in presenza di un connubio tra spacciatori nord-africani senza troppi scrupoli e una “basista” italiana che forniva supporto logistico, ovvero un appartamento e la mobilità con l’auto di proprietà.

I militari dell’Arma avevano acquisito informazioni su un’auto che si aggirava per le vie centrali di Mestre, individuata più esattamente – grazie ad incessanti servizi di osservazione e controllo in abiti “civili” – con a bordo due uomini stranieri ed alla guida una ragazza, risultata poi incinta. I numerosi servizi hanno permesso di monitorare alcuni spostamenti sospetti, inducendo i Carabinieri a bloccare il trio, proprio su via Miranese.

I due tunisini, poi identificati per Essid Ali e Abdelkarim Abid, rispettivamente classe 1977 e 1978, venivano sottoposti a perquisizione personale che permetteva di rinvenire vari involucri contenenti le prime diciassette dosi di eroina, pronte per lo smercio al dettaglio, e tre “sassi” della medesima sostanza per un peso totale di quasi due ettogrammi.

Approfondendo gli accertamenti, si accertava che la donna e l’Essid erano regolarmente residenti in una abitazione appena fuori provincia, in posizione tattica poiché al centro dei territori della Marca e della terraferma veneziana.
Nel corso della successiva perquisizione ai local,i i militari dell’Arma rinvenivano il resto dello stupefacente, cioè altri grammi della medesima partita e 55 grammi di cocaina, più il denaro ritenuto provento dell’attività, sacchetti, bilancini, tutto sottoposto a sequestro.

I Carabinieri quindi hanno dichiarato in stato di arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente i due stranieri, denunciando la donna in stato di libertà per la medesima violazione.

Redazione

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here