Anziano giornalista aggredito all'Arsenale di sera

Aggressione brutale contro lo scrittore Virgilio Boccardi lunedì sera. La brutta avventura ha colpito un professionista stimato e caro ai veneziani. Si tratta di Virgilio Boccardi, ora ottantanovenne, scrittore, già caporedattore Rai, aggredito e minacciato da due uomini che parlavano italiano intorno alle 20.00 di sera.

Boccardi è sceso dal vaporetto all’Arsenale, si è incamminato nella calle lunga e stretta che conduce verso il campo Bandiera e Moro, aiutandosi con il suo bastone e in un attimo ha compreso di essere seguito. Lo percepisce perché sente passi frettolosi alle sue spalle, è relativamente tranquillo, la zona è molto frequentata, ma a quell’ora è già buio, cerca di capire cosa sta succedendo, quando improvvisamente viene vilmente bloccato.

Una pila puntata sugli occhi da un uomo incappucciato e una voce dura, perentoria gli intima ‘Dammi i soldi!’.

Lo scrittore mette le mani in tasca, pur confuso e impaurito raccoglie quel che c’è dentro le tasche, sono monetine e le porge al suo assalitore, che con sdegno gli risponde che con quelle si compra appena le sigarette.

Si avvicina il complice, anche lui incappucciato a rinforzare la paura di Virgilio Boccardi, i due lo strattonano e lo spingono a terra senza pietà, incuranti dell’età e del bastone e mantenendo la pila puntata sugli occhi, cercavano furiosamente il portafoglio.

A quel punto lo scrittore ha urlato con tutto il fiato che aveva in corpo e l’urlo è stato provvidenziale perché ha richiamato un uomo che è corso verso i malviventi che nel vederlo sono scappati, a mani vuote, il portafoglio non l’hanno trovato, grazie al soccorritore.

L’uomo ha aiutato lo scrittore ad alzarsi da terra, a riprendersi, nonostante la paura e la caduta a terra sta bene, e oggi si rivolgerà ai carabinieri per la denuncia e la raccomandazione di vigilare nella zona che da un po’ di tempo registra episodi simili che richiamano maggior controllo fin da quando scende la sera.

Andreina Corso

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here