domenica 16 Gennaio 2022
2.4 C
Venezia

Altro turista preso a defecare in un giardino. Un problema di Venezia o generale?

Hometurismo selvaggioAltro turista preso a defecare in un giardino. Un problema di Venezia o generale?

Altro turista preso a defecare in giardino. Un problema di Venezia o generale?

Venezia giunta ad un livello tale di degrado per cui chi arriva si sente autorizzato a qualsiasi cosa, ignorando qualsiasi norma di igiene e di civiltà, sentendosi addirittura autorizzato a “fare i suoi bisogni” in pubblico e nelle proprietà private?
E’ folle, ma parrebbe proprio di sì, stando agli ultimi accadimenti.

Dopo la povera commessa del negozio di vestiti di Rialto che ha trovato “la sorpresa della pupù” in camerino, “regalo” di tre giovani turiste, oggi altre storie sconvolgenti giungono alla nostra attenzione.

Alessandra, giovane veneziana, ad esempio, ci contatta per informarci che un fatto analogo a quello più che indisponente sopra citato, è avvenuto mercoledì scorso (due giorni fa!) sempre ‘ad opera’ di un turista.

Un ospite di una casa in affitto è stato sorpreso dal proprietario, giunto per il check-out, quando aveva appena finito di ‘liberarsi’ nel giardino di entrata della casa.

Cosa passa per la testa a questa gente?

Impossibile rispondere a questa domanda, tanto che Alessandra lancia un appello perchè “Venezia non diventi una discarica…” attraverso la pagina Facebook “A Voce Alta” .

Venezia da’ alla testa ai visitatori? Vero è che appena arrivano in città i ‘forestieri’ riscontrano una società e una cultura permissiva e forse remissiva, un pò per senso di rassegnazione dei residenti sopravvissuti, un pò perchè la folta schiera di operatori tipicamente rivolte al turista è tendente alla concessione in virtù del guadagno da perseguire.

Ma probabilmente il problema del degrado è presente e sentito in tutte le mete dai grandissimi flussi turistici, ci viene riportato da altre segnalazioni. Evidentemente il fatto di essere presenti in un posto per poche ore o per pochi giorni e poi sparire ritornando da un’altra parte del mondo da’ una percezione di impunità, specialmente nelle teste dei giovani tendenzialmente predisposti verso la ‘bravata’.

Più in generale riteniamo si possa parlare di un decadimento generale della civiltà globale con implicazioni deleterie che coinvolgono educazione, senso civico, e senso del rispetto. Un discorso che riguarda tutto il mondo occidentale ma non solo.

(foto di repertorio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. In una grande città della Francia ci sono moltissime “sanisettes” e da qualche anno l’uso è gratuito. Sanificate dopo ogni uso, non saranno di gran lusso, ma permettono di evitare certi squallidi e disgustoso episodi.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Capodanno 2022 a Venezia e divieti: feste private con balli fino al mattino

“La serata continuerà fino alle 4:00”, “festa open bar dopocena”, “Dj set dance, revival, house”: con questi e altri slogan vengono pubblicizzati i vari party di Capodanno in programma nei palazzi e negli hotel di Venezia. Nonostante la “stretta” del Governo che...

Polmonite Bilaterale da Covid, ricoverata in rianimazione. Ha sette mesi

A sette mesi ha il Covid ed è ricoverata in rianimazione. Alla piccola viene assicurata la migliore assistenza possibile, per questo è stata trasferita dalla Calabria a Roma. La piccola ha soli sette mesi ed è ricoverata in terapia intensiva perché contagiata...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Il Mose funziona ma a Venezia si perdono ‘barene’

Nella Laguna di Venezia l'apporto di sedimenti, che permette alle barene (terre semi emerse con sedimenti spugnosi) di tenere il passo con l'innalzamento del livello del mare, avviene prevalentemente durante eventi dell'acqua alta. Se da un lato l'utilizzo del sistema Mose...