Alessandro Bergonzoni al Teatro Comunale di Adria

ultima modifica: 27/04/2019 ore 11:10

204

Alessandro Bergonzoni al Teatro Comunale di Adria

Alessandro Bergonzoni, un grande non solo del teatro italiano, ma della cultura del nostro paese, è atteso sabato 11 Maggio alle ore 21 al Teatro Comunale di Adria con “Trascendi e sali” (spettacolo fuori abbonamento) nell’ambito della Stagione 2019 promossa dalla Città di Adria e programmata dall’Associazione Tempi e Ritmi.

Bergonzoni, sviluppando sin dagli esordi, a fine anni ’80, tematiche legate al linguaggio dell’assurdo, inteso come mondo comico da indagare a tutto campo, è giunto alla popolarità anche grazie alla “scoperta” da parte di Maurizio Costanzo.

In teatro ha debuttato nel 1992: cinque anni dopo, con Non è morto né Flic né Floc, critica e pubblico hanno cominciato a tributargli i giusti riconoscimenti.

In tutti questi anni la sua firma è apparsa su numerose testate giornalistiche.

Il suo primo libro, Le balene restino sedute (1989), ha praticamente inaugurato il fortunato filone della letteratura comica.

In scena, ad Adria, Bergonzoni porterà il suo ultimo lavoro, li quindicesimo, intitolato: “Trascendi e sali” . Come sempre quello che propone (quello che è) Bergonzoni, è un caleidoscopio continuo di invenzioni verbali, per cui non è una leggenda quella per cui spesso di alcune frasi o battute dell’attore bolognese se ne colgoao le sfaccettature, il significato recondito, solo una volta giunti a casa, ripensando allo spettacolo…Si può pertanto dire che sia difficile parlare nel complesso dei suoi spettacoli, e non si possa propriamente parlare di “trama”.

Del resto la domanda che nasce spontanea non può che essere: “Dove ci porterà stavolta la sua personalissima, esilarante e poetica scrittura?” Sicuramente in una zona artistica dove “sicuramente” perde in definizione e in significato, dove l’artista prova a esibirsi negandosi, anzi, celandosi nei vuoti e nelle ombre non solo quelli materiali e visibili ma anche quelli creati sciamanicamente dalla sua scrittura. Cercare di raccontare o descrivere questo delicatissimo momento creativo di Bergonzoni può essere ardua impresa in quanto solo e solamente lui può guidare il suo pubblico verso una meta che in realtà può essere proprio la realtà. O meglio quella realtà che solo gli artisti possono definire e modificare rispetto alla loro immaginazione, al loro genio, alla loro ispirazione. In una scena da lui costruita e con una regia divisa con Riccardo Rodolfi intraprenderà un percorso arduo per scoprire se le immagini reali di questi anni possono essere modificate con la forza dell’arte.

I biglietti (platea e palchi € 25/23 – galleria € 18/16 – studenti under 26 € 15) sono già in vendita, e possono essere acquistati tutti i giorni fino alla data dell’evento presso le consuete prevendite.

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Carnevale di Venezia 2020
➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here