2.7 C
Venezia
domenica 24 Gennaio 2021

Abusivi sloggiati rientrano nell’appartamento e chiamano l’Ater: dovete togliere porte anti-intrusione

Home Occupazioni abusive Abusivi sloggiati rientrano nell'appartamento e chiamano l'Ater: dovete togliere porte anti-intrusione
sponsor

Abusivi sloggiati rientrano nell'appartamento e chiamano l'Ater: dovete togliere porte anti-intrusione

sponsor

L’Ater di Venezia li sfratta dopo cinque anni di occupazione abusiva a Mestre e loro rientrano con i bambini dalle finestre, dopo aver tentato di tagliare la porta in lamiera del garage.

commercial

Ha quasi dell’incredibile quanto accaduto negli ultimi giorni nel quartiere Pertini, una famiglia di origini straniere che occupa una casa dell’Azienda territoriale di edilizia residenziale pubblica dal 2014, non ha voluto proprio saperne di lasciare l’alloggio.

Nel 2016 il primo sfratto esecutivo, ma la famiglia di occupanti, lasciata l’abitazione, chiede di poter rientrare a recuperare alcuni beni personali. Una volta dentro però, uno dei genitori riesce a far accedere i bambini, rifiutandosi poi di lasciare la casa.

Riparte così la procedura di sfratto che vede i primi accessi rinviati a causa della presenza dei minori. Giovedì scorso, 28 marzo, alla presenza dell’ufficiale giudiziario e degli agenti di polizia, un nuovo accesso: in quel momento in casa non c’è nessuno e lo sfratto viene eseguito con recupero dell’alloggio, mettendolo in sicurezza con lastre anti-intruso alla porta e alle finestre.

Ieri mattina però, gli ex occupanti contattano gli uffici dell’Ater con la stessa richiesta di alcuni anni fa: poter rientrare in casa per riavere gli oggetti personali. Questa volta però la risposta è negativa: è possibile fissare un appuntamento all’esterno dell’abitazione recuperata, ma non dentro, per riavere i beni di proprietà, come prevede ora la nuova procedura messa in piedi dall’Azienda territoriale di edilizia residenziale di Venezia per scongiurare le occupazioni.

A questa risposta, l’ex occupante abusiva, prima tenta di rassicurare sulle proprie innocenti intenzioni, insistendo per rientrare e promettendo di non voler rimanere all’interno dell’abitazione, infine si arrabbia e decide di arrangiarsi: alle 13.30 di ieri, i vicini chiamano la polizia perché è stato divelto il garage dell’appartamento recuperato dall’Ater il giorno prima.

Un taglio centrale sulla lamiera del portone d’ingresso, un buco a mo’ di pertugio “tagliente”. L’arrivo degli agenti, fortunatamente, impedisce qualsiasi azione pericolosa. La donna riesce a recuperare alcune cose di sua proprietà in presenza degli agenti, ma non a rientrare, almeno fino a ieri notte, quando avviene una nuova effrazione: la famiglia, verso l’una e trenta, si introduce nell’alloggio dopo aver staccato una delle lastre di sicurezza dalle finestre che si trovano al piano terra.
I genitori stranieri portano dentro anche i bambini, sempre dalle finestre.

Ciliegina sulla torta, ieri pomeriggio l’occupante recidiva ha chiamato l’Ater per chiedere che le vengano staccate le porte anti-intrusione dall’alloggio, perché non può far uscire i bambini dalle finestre.

L’Ater sporgerà denuncia per l’accaduto e richiederà alla Procura il sequestro preventivo dell’abitazione.

“Una storia che lascia sconcertati e si fatica a credere – spiega il presidente dell’Ater Raffaele Speranzon – l’Ater ha cercato in tutti i modi, consentiti dalla legge, di rientrare in possesso del proprio alloggio, ma senza riuscirci e ricevendo anche dei danneggiamenti. Situazioni che stiamo cercando di contrastare in ogni modo, non solo con le denunce ma anche inasprendo le procedure degli sfratti. Il problema di fondo è che queste persone per anni sono rimaste impunite e hanno alzato sempre di più l’asticella di ciò che pensano di poter fare, fino a commettere reati, come in questo caso, che avrebbero potuto rivelarsi pericolosi per la loro stessa incolumità. Tagliare la porta di un garage ed entrare dalle finestre è pericoloso: a preoccuparmi maggiormente sono i bambini che si trovano a vivere situazioni simili”.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...
commercial

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...
sponsor

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...
commercial

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...

È morta Gina Smerghetto, la mamma del falconiere Ivan Busso

È morta ieri, venerdì 15 gennaio, Gina Smerghetto di 65 anni. È scomparsa poco prima della celebrazione del funerale del figlio Ivan Busso, il...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.