L’economia che riparte: il Veneto tra nuovi business e startup

L’Italia e l’economia che riparte: dopo lo stop legato ai problemi derivanti dalla crisi economica, il Paese sta finalmente intravedendo la luce in fondo al tunnel. La prova di ciò proviene direttamente dal sistema imprenditoriale italiano, ripartito negli ultimi mesi per merito della nascita di tante nuove imprese e start up. I segnali di questo necessario rinnovamento del tessuto imprenditoriale tricolore ci sono, e riguardano molte delle regioni dello Stivale: dalla Sicilia alla Campania, passando per il Lazio e per il Veneto, sono in tante ad aver chiuso il 2017 con un bilancino più che positivo. Occorre dunque approfondire questo tema, per studiare la situazione dell’imprenditoria in Italia.

Italia e Veneto: la situazione dell’imprenditoria

Le nuove aziende sono il primo segnale di una situazione economica in via di miglioramento, che rimette in moto il cuore pulsante dell’Italia. Sono diverse le regioni che stanno dando una chiara dimostrazione di tutto ciò: fra tutte, è il Lazio ad aver fatto registrare i numeri migliori. Si parla infatti di circa 10.600 nuove imprese nate nei 12 mesi del 2017. A seguire ci sono la Campania e la Sicilia, rispettivamente con 9.400 e 7.500 nuove aziende. Secondo il report elaborato da Unioncamere – Infocamere, anche il Veneto dimostra di vivere un trend in crescendo: sono circa 850 le nuove aziende nate in Veneto nel 2017, le quali portano il totale a quasi 5.000 imprese operanti in regione. Il tutto con un aumento pari al +0,17%.

Start up e giovani: l’importanza di questo settore

Le start up rappresentano il nuovo che avanza, e che si fa largo sfruttando l’innovazione e le nuove tecnologie: la loro importanza, dunque, risulta essere fondamentale per la ripresa del tessuto economico italiano. In tal senso, il Veneto dimostra di essere un polo di eccellenza, specialmente se si guarda alla provincia di Venezia: qui sono 100 le start up attualmente operative (il 16% dell’intero ecosistema veneto). Le difficoltà non sono poche, ogni imprenditore si trova sempre nelle condizioni di dover affrontare scadenze e pratiche burocratiche. Chi inizia questa nuova avventura può però tirare un sospiro di sollievo almeno per quanto riguarda la connessione web. Sono diverse infatti le offerte Internet riservate al “mondo” business proposte dai maggiori operatori italiani come Linkem, che permettono di risparmiare tempo e denaro. In questo modo in pochi giorni le nuove aziende saranno già pronte a navigare e lavorare in rete.

L’auto-imprenditorialità è la soluzione per i giovani

In un momento storico così delicato, l’auto-imprenditorialità rappresenta una delle soluzioni migliori per i giovani: una strada da percorrere per poter creare un business che parte da un’idea personale e innovativa. Diventare imprenditori, oggi, significa entrare in mercati ancora vacanti, con la consapevolezza di essere a capo di un progetto giovane e ricco di prospettive. Esistono poi diversi incentivi e agevolazioni che possono risolvere, almeno in parte, il problema dei finanziamenti. Le prospettive future, infine, sono dalla parte dei giovani e delle start up: ne danno una dimostrazione gli altri paesi europei, che hanno già sperimentato il successo e l’utilità delle giovani imprese.


ultime notizie venezia

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here