-1.6 C
Venezia
mercoledì 27 Gennaio 2021

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

Home Venezia e i turisti Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti
sponsor

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti
L’ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n’è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e gitanti come fossero giorni di Carnevale. D’altra parte, ad oggi, misure per regolare il flusso incontrollato di turisti a Venezia non ce ne sono.

sponsor

Nei social, un po’ ovunque, vengono mostrate situazioni di vaporetti al collasso. I video mostrano senza possibilità di errore la grande difficoltà degli operatori Actv che si trovano a lavorare su mezzi dove i passeggeri sono stretti come sardine, dove sovente nascono discussioni e litigi, dove spesso si deve decidere se lasciare passeggeri per terra, dove facilmente la gente se la prende con loro, incolpevoli, per la situazione.

commercial

Venezia non sta reggendo l’urto anomalo di questo flusso di persone e il primo segnale lo danno proprio i mezzi pubblici.

E poi vi è l’aspetto “sociale”, quello della civile convivenza tra residenti e turisti che viene tanto raccomandato per ‘salvaguardare l’importante risorsa economica’ del turismo.
Ma le raccomandazioni, a quanto pare, non vengono recapitate anche all’altra parte.

Sabato un momento di tensione che ha portato vicino alla rivolta dei residenti si è avuto con un centinaio di ragazzi alla Celestia, fruitori del padiglione della Biennale (il famoso turismo d’élite).

I giovani hanno organizzato una partitella di calcio tra i balconi e i portoni dei residenti ai piani terra e ai piani rialzati. Urla, schiamazzi e pallonate e qualche discussione senza l’intervento della Var.

Poi, il caldo si fa sentire ed ecco il meritato riposo (nella foto) dove chi aveva conquistato un posto comodo non l’avrebbe ceduto per nulla al mondo.

A questo si deve la discussione accesa dell’anziano residente che non veniva lasciato passare per entrare nel suo ingresso con il carrello della spesa: la strada era ostruita da un giovane corpo spalmato che “non capiva” e non voleva spostarsi a nessun costo.

La vicenda si è conclusa con l’anziano che, per passare, compie una vera e propria gimkana tra micro-spostamenti e sollevamenti del carrello in mezzo a quel corpo che sembrava inanimato.

coda visitatori biennale venezia alla celestia nostra andreadc box
La fila per entrare nel padiglione della Celestia è corposa. Ci guardiamo attorno: tra i tanti cartelli e avvisi non ce n’è uno che raccomanda di tenere un comportamento rispettoso per chi vive nella zona.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

15 persone hanno commentato

  1. D’altra parte il nostro sindaco (non ricordo bene il nome ma è sempre quello che emette ordinanze che multano i bambini che giocano con i pattini) proprio ieri ha detto alla stampa, che c’è bisogno di PIÙ TEMPO per decidere il futuro delle navi in laguna…….si vede che ben oltre vent’anni di proteste non sono sufficienti; “VIVA VENESSIA E VIVA SAMARCO……”E viva le glorie dei commercianti

  2. Purtroppo niente da ridire sulla gestione di una città -un tempo- gestita da nobili mercanti ora in mano a sordidi bottegai! Tuttavia ke si abbia clemenza x ki è costretto a vivere in una città invasa da esseri bestiali ke scorrazzano lasciando segni indelebili di una inciviltá inaudita!

  3. I residenti sono stati troppo buoni in questi anni, convinti a tacere, grazie alla frottola che il turismo porta soldi e e lavoro per tutti, e alla fine sono stati sopraffatti.
    Stessa cosa succede con le navi a Venezia, con la frottola che porterebbero tanto lavoro (ovvero tanta precarietà o sfruttamento ai lavoratori, e tanti soldi a chi già ce ne ha)
    E’ ora di dire basta: turisti, navi, Biennale, Carnevale, Maratone tutti fuori da Venezia (e dintorni): basta speculare e sfruttarla a danno dei residenti. Qualche posto di lavoro in meno?Forse, ma anche qualche casa ad un affitto decente per residenti in più, qualche passeggiata senza turisti in mezzo, qualche posto libero per sedersi in vaporetto in più, qualche notte senza schiamazzi e rumori di valigie in più, e pure senza sveglie all’alba per i rumori di barche piene di merci per i turisti, e senza i tamburi e le grida pure di domenica al primo mattino prodotti dalle barche di mezzo mondo che ormai invadono i canali di Venezia per una Vogalonga dove le barche veneziane sono solo una su dieci, e dove dell’originario intento di evento contro il moto ondoso non è rimasto nulla: l’impostante sono i numeri di iscritti! Mentre nei canali proprio in quel giorno, paradossalmente il moto ondoso è da record, con manovre bizzarre di tassisti che fanno lo slalom tra le barche a remi, pure suonandogli dietro.

    Venezia torni ai veneziani!

    Prof. Fabio Mozzatto – Veneziano D.O.C.

    • Egregio professore,
      come la capisco e compatisco! Vivo all’estero, a Losanna Svizzera, ma ho famiglia a Bologna, e dunque mi sento molto italiana e orgogliosa delle meravigliose città e posti che abbiamo in Italia. Ma purtroppo spesse volte mi vergogno della noncuranza e del lasciar fare delle autorità e abitanti nel gestire lo spazio urbano.
      Vengo regolarmente alla Biennale, e ogni volta ammiro la calma degli abitanti di Venezia che sopportano dei vaporetti pieni di gente e valige che si mettono subito a sedere sui posti benissimo indicati per persone “deboli” e non si alzano alla vista di persone anziane (e fanno neanche spostare i loro bambini in età di stare in piedi o almeno sulle ginocchia); più volte l’ho dovuto fare notare io, ma sono io che ho fatto brutta figura.
      So che, in quanto turista, sono partecipe di questo problema, e cerco di darmi un poco di coscienza evitando di sporcare il meno possibile (tenendomi gli asciugamani messi a disposizione per la durata del soggiorno, scegliendo la razione giusta a colazione per non buttare via dei piatti di cibo non mangiati, ..).
      Sono stata anche molto sorpresa di vedere ancora le navi mastodonti passare davanti a San Marco perché mi era sembrato che fosse passata una legge che lo proibisse, ma l’avrò sognata!!
      Per me è sempre una meraviglia vedere Venezia e un mistero di come sia ancora in piedi quando penso a tutti i pali sott’acqua che sono così fragili, ma che tengono ancora.
      Spero che ci sarà presto qualcuno di competente alla testa della gestione della città (e anche dell’Italia) e Le mando i miei migliori auguri e saluti
      A. Collina

  4. Basterebbe che chi governa Venezia stimolato dai Veneziani che tanto “amano” la loro Venezia che loro più non è perché nulla è di nessuno quando si chiama suolo pubblico …ma apparte la sottolineatura dell’ovvio, basterebbe istituire un regolamento di flusso di entrata nulla di più facile in una città come Venezia dalla quale si entra solo da due punti…ma i veneziani vogliono i soldi dei turisti senza lo scotto e i disagi .

    • Povera te!!! Quando si fa di un’erba un fascio nn solo si offende ki soffre i disagi di ki vive in una città invasa da caproni impazziti,ma soprattutto spara cazzate dando giudizi ottusamente sommari!

  5. Nessuna città può vivere di solo turismo, ormai è evidente, se neppure Venezia ci riesce: le controindicazioni sono troppe. Numero chiuso per salvaguardare un contesto unico al mondo

  6. L’esperienza di Venezia mostra come nessuna città al mondo possa permettersi di vivere veramente di solo turismo, le controindicazioni sono troppe, soprattutto in contesti così importanti e delicati.

    • E dopo 15 anni di sopportazione, anche io vado via. Mi arrendo. Da un eccesso ad un altro, ho preso casa in mezzo al nulla più assoluto degli appennini. Mi sono prima accertato che il piano regolatore di zona impedisse la fabbricazione di nuovi edifici, nonchè l’eventuale apertura di bar sui prati e nei tronchi cavi del bosco.
      Solo, completamente. Mi ci vorrà il resto della vita, per disintossicarmi dal marciume di una gestione sbagliata che ha portato la più bella città del mondo alla distruzione.

  7. Alla Celestia c’è il Padiglione che ha vinto Leone d’ore quest’anno, luogo che molti vorrebbero vedere , beh è aperto solo un giorno alla settimana… che gli date a fare il Leone , pur essendo molto bello, se poi non è ‘fruibile’ ?

    • E quindi residenti, anziani e non, zitti e mosca e subire!
      Ci rendiamo o no conto che la tua libertà finisce dove comincia quella degli altri?
      Ben vengano iniziative culturali ma sempre DI IMPATTO SOSTENIBILE per rispetto nei confronti degli altri.
      Mi fai il padiglione in mezzo alle case? Mi fai anche il centro di ristoro e di sosta per le migliaia di visitatori in modo che dopo non vadano randagi, non debbano fare schiamazzi e danni a terzi. Mi fai cartelli e avvisi per il comportamento da tenere perchè sei in mezzo a gente che lì ci vive. Altrimenti per conto mio con il leone ti ci puoi pulire il ….
      Veniamo noi sotto casa tua in alcune migliaia a farti casino e poi vediamo cosa dici??

    • È aperto tutti i giorni ma la performance con i veri cantanti che costerebbero una follia a tempo pieno per tutta la settimana sono presenti solo il sabato gli altri giorni trovate la spiaggia interna con gli asciugamani e gli oggetti e le basi registrate del canto comunque molto belle ed ugualmente mistiche

  8. Venezia e una città molto delicata va soprattutto amata doverosamente rispetta e con lei gli stessi veneziani chi non capisce questo può restare a casa sua Venezia ha un cuore che batte fortissimo un enorme abbraccio

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...
sponsor

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...
commercial

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...

Il virus si fa ancora sentire: +14 terapie intensive. Esperto: un altro stop sarebbe meglio

Andamento Covid oggi: il virus si fa ancora sentire. +11.629 casi e 299 i morti in 24 ore. +14 i ricoveri nelle terapie intensive. Gli...

Giuseppe Conte: la fidanzata Olivia Paladino, l’ex moglie e il figlio

Dal primo giugno 2018 Giuseppe Conte è presidente del Consiglio dei ministri. I suoi 56 anni portati benissimo e il suo aspetto curato hanno...

Zuppa conservata male origina botulino: 40enne in rianimazione

Un uomo di 40 anni ha mangiato una zuppa scongelata ed è finito all'ospedale per intossicazione da botulino. L'incidente, che non ha responsabili se...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.