26.8 C
Venezia
domenica 20 Giugno 2021

L’importante opera della Protezione civile del Comune di Venezia: premiati i volontari

HomeNotizie Venezia e MestreL'importante opera della Protezione civile del Comune di Venezia: premiati i volontari

L'importante opera della Protezione civile del Comune di Venezia: premiati i volontari

Sono numeri importanti quelli che descrivono le attività svolte nel 2016 dalla Protezione civile del Comune di Venezia: 196 i volontari coinvolti, 26 gli eventi coperti, oltre 30 mila le ore di lavoro svolte. Questo grande impegno è stato festeggiato questa sera a Ca’ Farsetti, in occasione della consegna, da parte del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e dell’assessore comunale alla Sicurezza, Giorgio D’Este, dei riconoscimenti ai volontari che hanno compiuto 10, 15 o 20 anni di servizio. Presente alla cerimonia anche il dirigente del Servizio, Valerio Collini.

“Voglio ringraziare – ha esordito il sindaco Brugnaro nel premiare i volontari con maggiore anzianità di servizio – tutti voi per il vostro senso civico e l’impegno che quotidianamente mettete a disposizione della città. Della Protezione civile quasi ci si dimentica quando va tutto bene, ma quando si presentano le emergenze si comprende davvero l’importanza delle attività che svolge. Una parte del Piano strategico della Città metropolitana, che approveremo a breve, è dedicata proprio ad un piano di sicurezza complesso, per tutti i 44 Comuni che la compongono, relativo alla gestione dei grandi rischi come trombe d’aria o allagamenti. Il vostro aiuto sarà, in questo senso, determinante”.

“È davvero una festa quella di oggi, – ha sottolineato D’Este – la vostra festa. La Protezione civile è un settore che merita davvero tanto e sono certo che, con il vostro aiuto, sapremo far crescere sempre di più questo settore di importanza fondamentale per la città”.

Circa il 23% del tempo totale donato alla collettività, pari a 7mila ore – ha spiegato Collini – è stato speso per la partecipazione ad eventi e manifestazioni che si sono svolti sul territorio, dal Carnevale al Redentore, dalla Regata storica alla VeniceMarathon, e ancora la Vogalonga, la Regata de la Sensa, il Giro d’Italia, la Maratonina di Mestre, il Festival Show, il Venice Night Trail e Venice Challenge e la celebrazione della Madonna dell’Apparizione di Pellestrina.

1700 sono state invece le ore impiegate in attività di informazione della cittadinanza, tra cui la consueta manifestazione “siAMO la Protezione Civile” dello scorso mese di ottobre, durante la quale sono stati distribuiti oltre 300 piatti di amatriciana e raccolti 3400 euro a favore delle popolazioni terremotate, e la campagna “Io non rischio”. È cresciuto del 33%, rispetto allo scorso anno, poi, il numero di ore (circa 1400) dedicate alla formazione nelle scuole, per un totale di 52 interventi che hanno coinvolto 2000 studenti. Novità di quest’anno è l’inserimento nelle proposte degli “Itinerari educativi” rivolti alle scuole di un progetto formativo della Protezione civile comunale.

Interessanti anche i dati relativi alla formazione e all’attività logistica, necessarie per poter essere pronti a intervenire tempestivamente in caso di emergenza: il 25% del tempo totale messo a disposizione nel 2016, corrispondente a 7800 ore, è stato infatti dedicato all’addestramento e alle esercitazioni, mentre l’attività logistica e di manutenzione dei mezzi e delle attrezzature in dotazione ha occupato il 18% del tempo. Tra le emergenze principali che hanno visto impegnato il Comune di Venezia nel 2016 ricordiamo il recente intervento a Montemonaco in seguito al terremoto, la fuga di gas a Chirignago, la ricerca di una persona scomparsa, piccoli incendi a Pellestrina e l’ormai consolidata attività di collaborazione con il Wwf per il recupero dei cetacei spiaggiati e delle tartarughe in difficoltà.

Un lavoro, quello della Protezione civile, che viene supportato anche dalle associazioni convenzionate, che svolgono la loro attività in ambiti specifici per garantire le attività di assistenza e soccorso a 360°: il Nucleo Volontari di Protezione civile del Lido e quello di Burano; le sezioni di Venezia e Mestre dell’associazione Radioamatori Italiani; la Guardia Costiera Ausiliaria e la Guardia Costiera Volontaria; la Croce Verde; l’associazione Cinofila San Marco; gli scout del Cngei e dell’Agesci.

Il coordinamento di tutte queste realtà è garantito dall’Ufficio comunale di Protezione civile, composto da 12 persone, che ha tra i propri compiti la pianificazione e l’organizzazione delle manifestazioni, degli eventi, dei corsi di formazione, degli acquisti, oltre al mantenimento e allo sviluppo dei rapporti con i Vigili del Fuoco, il Suem 118, la Città Metropolitana, la Regione e tutti gli altri Enti ed istituzioni.

Questo l’elenco dei premiati: (10 anni di attività) Giancarlo Dal Corso, Manuel Diamanti, Nicola Ligi, Massimo Masnada, Gabriele Muzio, Livia Pauciello, Roberto Scarante, Renzo Seggi, Ernesto Stradiotto, Roberta Vianello, Flavio Zanella, Massimo Zemello; (15 anni) Stefano Bergamini, Moreno Bonora, Marino Boscolo, PierAndrea Malfi, Marco Moz, Enrico Visentin, Emilio Zecchin, Maurizio Zennaro; Franco Ballarin, Alessandro Cappelli, Giacomo Cestaro, Renato Fabris, Alessandro Oldrati, Michele Torchiano, Alessandro Trabucco, Luca Zanella (20 anni). Un riconoscimento è stato consegnato anche ai volontari che da poco sono ritornati da Montemonaco, dove hanno svolto una preziosa attività di assistenza alle popolazioni colpite dal sisma: Davide Busatto, Francesco D’Este, Salvatore Liuzza, Enrico Santello, Marino Scavezzon.

16/12/2016

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor