29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Voce del Verbo di oggi: Stregare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

HomeVoce del Verbo di Andreina CorsoVoce del Verbo di oggi: Stregare. 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

Voce del Verbo di oggi: Stregare

Voce del Verbo
Stregare
Prima coniugazione – Modo infinito

Vi piacciono le stregonerie?
Il verbo Stregare ci terrebbe a conoscere il vostro pensiero.
Stregare, ecco un castello notturno, un bosco abitato solo dagli animali, dal canto delle civette e dal bagliore delle lucciole, ecco un un mare in tempesta e i pesci che fuggono sui fondali.
E la stregoneria si mostra nell’inconoscibile.
E genera paura e dubbi, insicurezza e tormento.

Stregare con la luna piena o con un firmamento incontenibile di luci e di ombre, polveri nevose e comete in bilico, stregare per difendere dall’ovvio, dalle circostanze, da una quotidianità pesante e penosa.
Stregare perchè solo la magia può alimentare la speranza di questi tempi. Adorare le streghe è d’obbligo, gli stregoni impareranno da loro, che di saggezza sono temprate per
vocazione e per censo.
Stregare senza luna piena, con un cielo buio e maldestro.
Noi siamo qui e attendiamo di leggere la mappa che ci porterà all’isola che la nostra mente ha scelto per farsi stregare.

Andreina Corso

14/10/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Le stregonerie mi sembrano strane, ma belle, gli stregoni mi fanno paura.
    Però è un mondo che mi affascina, anche se non è reale

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.