Vincent Van Gogh – I miei quadri raccontati da me

309

Donzelli Editore Van Gogh I miei quadri
“Non posso cambiare il fatto che i miei quadri non vendono. Ma verrà il giorno in cui la gente riconoscerà che valgono più del valore dei colori usati nel quadro.”

Vincent Van Gogh era un ottimista, un sognatore, un appassionato e passionevole estimatore delle persone, della natura, delle cose semplici, credeva in ciò che faceva, era autocritico ma ci teneva anche a sapere cosa ne pensassero gli altri dei suoi lavori (ora considerati capo-lavori!): questo il ritratto che appare dopo la lettura di ”Vincent Van Gogh – I miei quadri raccontati da me” a cura di Piergiorgio Dragone (Donzelli Editore, pagg 266, 29,50€).

Proprio in questi mesi, Vicenza ospita nella pittoresca sede della Basilica Palladiana, una mostra interamente dedicata ad alcune delle opere dell’artista, quale occasione migliore allora, per celebrare e vivere appieno l’arte e i capolavori dell’artista che quella di immergersi nella lettura di questo esauriente ed emozionante libro?

Il critico d’arte e professore, Piergiorgio Dragone attraverso un’analisi tecnica di 21 e più opere del pittore olandese, mescolando vita privata, aspirazioni, dubbi, crisi e i bellissimi paesaggi che fecero da sfondo ai dipinti e non solo, riesce ad immergere completamente il lettore nel mondo rurale, fatto di speranza e malinconia di un uomo, prima che artista.

Oltre al pennello, anche il calamaio. Perché grazie alla sua indole critica, Van Gogh amava, oltre che dipingere, provare e riprovare, mai soddisfatto dei suoi schizzi, sempre pronto a chiedere un opinione all’amato fratello Theo, ma non solo. Il libro raccoglie pezzi inediti: lettere scritte alla sorella Willemien, al collega Paul Gauguin, Eugène Boch e ad altri amici.

Il primo ad accorgersi della potenza intellettuale e dell’autocriticità dell’artista fu Alfred H. Barr, che nel 1935 era direttore al MOMA di New York e decise di allestire una mostra dedicata al defunto e compianto (postumo) pittore, ponendo delle didscalie di fianco alle opere, con testi provenienti proprio da queste lettere.

Avvenimenti, storie di vita, sogni, tutto ciò è racchiuso in quei dipinti. Biografia, litografia, grafia, si uniscono e mescolando formando ”Vincent Van Gogh – I miei quadri raccontati da me”, una sensazionale testimonianza scritta di chi quelle opere le aveva realizzate, ma anche di chi da ”fan” ed estimatore (Dragone) mette tutto il suo sapere e la sua passione, per raccontarle.

Si diventa protagonisti di quei dipinti, ci si immerge nella vita di fine Ottocento, si vivono e condividono le angosce, le delusioni e le soddisfazioni di un artista bistrattato. La raccolta di schizzi, scritti e dipinti è un omaggio al Vincent uomo, che con la sua umiltà e la sua passione riesce ad entrare nel cuore del lettore.

Alice Bianco
Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 
Alice Bianco Sara Prian
Laureate in Tecniche Artistiche e dello spettacolo, sono grandi esperte di cinema e libri. Curano la rubrica di opere letterarie: recensioni editoriali, rassegne e nuove uscite. Sono Editor, Social Media Manager, Copywriter E' possibile contattarle a: pandorarecensioni.vdv@gmail.com

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here