lunedì 17 Gennaio 2022
9.6 C
Venezia

Multe e denunce dopo le verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni in aeroporto a Venezia

HomeAeroporto Marco Polo di TesseraMulte e denunce dopo le verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni in aeroporto a Venezia

Multe e denunce penali dopo che gli agenti hanno svolto le opportune verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni all’aeroporto Marco Polo di Venezia, e sono solo quelle del mese di dicembre.
L’attività della Polizia di Frontiera di Venezia per l’anno appena trascorso, non può che tenere conto che il 2020 è stato un anno che rimarrà indelebile nella memoria collettiva per l’exploit improvviso dell’emergenza epidemiologica SARS-COVID19 che ha stravolto repentinamente tutti i contesti socio-economici mondiali.
Il trasporto aereo, è stato e continua ad essere uno dei settori più colpiti dalla pandemia, avendo subito un progressivo e considerevole taglio di voli con i diversi lockdown che hanno interessato la quasi totalità degli Stati Nazionali limitando, e in alcuni casi vietando, gli spostamenti di passeggeri.
Nello specifico, l’Aeroporto Marco Polo di Venezia ha registrato un calo del 75% dei

passeggeri rispetto all’anno precedente provocando (di riflesso) una flessione dell’attività istituzionale della Polizia di Frontiera Aerea per cui il calo del numero di arresti e respingimenti – in termini proporzionali rispetto all’anno 2019 – ha determinato una variazione negativa di circa il 60%.
Nonostante questa flessione, l’attività della Polizia di Frontiera ha continuato ad essere costante, contribuendo a sovrintendere anche al rispetto delle limitazioni e obblighi derivanti dai D.P.C.M. e ordinanze dei Ministri della Salute e dei Trasporti.
Da marzo 2020 sono stati svolti controlli e verifiche degli spostamenti internazionali e non, in aderenza alla normativa emergenziale anti Covid19, sono state ritirate nel solo mese di dicembre 10060 autocertificazioni le cui verifiche hanno determinato denunce penali e

sanzioni amministrative specifiche nei confronti dei trasgressori delle norme in materia.
Di pari passo si è continuato a contrastare regolarmente i reati tipici di frode documentale, furto nonché a dare esecuzione a diversi ordini di carcerazione emessi dall’Autorità Giudiziaria.
L’anno 2020 si è concluso inoltre con l’implementazione di servizi di vigilanza in coincidenza dell’arrivo presso lo scalo aereo delle dosi del Vaccino anti Covid-19 in distribuzione presso gli ospedali del circondario.
Anche nel versante portuale, si è registrato un calo considerevole di passeggeri, infatti la pandemia ha portato ad azzerare quasi completamente il trasporto crocieristico (-99,7%), mantenendo invariato il traffico commerciale.
L’attività della Polizia di Frontiera Marittima, nell’ambito dell’emergenza epidemiologica COVID 19, è stata svolta con modus operandi analogo a quello aereoportuale, ossia controllando e verificando gli spostamenti dei passeggeri in sbarco e imbarco e contrastando il fenomeno dell’immigrazione illegale.
Si è inoltre dato esecuzione a provvedimenti e ordini di carcerazione pendenti in capo a

soggetti rintracciati sempre in tale ambito.
Da tale attività tendente a garantire il regolare svolgimento del traffico aereo e marittimo, nonché la sicurezza e la salute dei viaggiatori, nel periodo compreso dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020, sono scaturiti i seguenti risultati:
35 persone arrestate;
116 persone denunciate in stato di libertà;
224 stranieri respinti alla frontiera;
46 documenti contraffatti sottoposti a sequestro;
56 Sanzioni per violazioni amministrative;
16 stranieri irregolari riammessi in territorio estero;
726.306 persone identificate sulla linea confinaria.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Pipì in calle e bottiglie di vetro vicino a un monumento: multa e daspo per 4 giovani

Multa e daspo per quattro giovani in campo Santa Margherita a Venezia per comportamenti che violavano il Regolamento di Polizia urbana.

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.