23.2 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Città Metropolitana: 1,8 milioni per la riqualificazione energetica

HomeCittà MetropolitanaCittà Metropolitana: 1,8 milioni per la riqualificazione energetica

Venezia, la Città Metropolitana investe 1,8 milioni per la riqualificazione energetica.
E’ stato firmato il contratto tra la Città metropolitana di Venezia e ASE, AcegasApsAmga Servizi Energetici, per la gestione e riqualificazione degli uffici del Centro Servizi e di due scuole superiori, con un investimento di oltre 1,8 milioni euro che porterà ad una previsione di risparmio energetico superiore al 55%, pari a circa 2,7 milioni di kWh tra energia elettrica e termica.
Il contratto prevede la gestione e riqualificazione energetica di quattro edifici pubblici. Saranno interessati dai lavori le sedi del Centro Servizi 1 e 2, il Liceo Scientifico “Stefanini” e l’Istituto “G. Veronese – G. Marconi” di Cavarzere.
La riqualificazione, oltre a migliorare la vivibilità e il comfort di strutture importanti del territorio che accolgono ogni giorno centinaia di studenti e lavoratori, renderà gli edifici e gli impianti più efficienti e rispettosi dell’ambiente, con un’importante riduzione delle emissioni dei gas serra.
Nel dettaglio, l’investimento sarà di oltre 1,8 milioni euro a carico di ASE che, grazie ad importanti lavori di riqualificazione degli impianti, permetterà di raggiungere un risparmio energetico superiore

al 55%, pari a circa 2,7 milioni di kWh tra energia elettrica e termica.
Gli obiettivi energetici verranno raggiunti attraverso l’installazione di 6.000 punti luce a Led, nuovi impianti fotovoltaici dalla potenza massima di oltre 50 kWp, più di 300 valvole termostatiche e la coibentazione degli edifici su una superficie totale di oltre 9.500 m2. Inoltre, per alcuni immobili, sarà prevista la sostituzione dei generatori di calore per una potenza di oltre 1.700 kW e interventi di ottimizzazione delle pompe elettriche e isolamento delle tubazioni. La durata dei lavori sarà di circa un anno.
Grazie ai numerosi interventi indicati, il canone annuo per la gestione dei servizi energetici della Città Metropolitana di Venezia sarà quindi inferiore rispetto alla spesa annua attuale. Tali interventi saranno finanziati dal conto termico e dai risparmi raggiunti a seguito dei lavori di efficientamento.
Il progetto rientra nel programma di finanziamento europeo ribattezzato “Elena” che ha visto l’erogazione a fondo perduto da parte della Banca Europea degli Investimenti alla Città metropolitana di Venezia di € 1.034.000,00.

Questo per l’assistenza tecnica, finanziaria e legale necessaria alla realizzazione con il meccanismo del finanziamento tramite terzi di interventi di efficienza energetica su edifici e reti di illuminazione pubblica di 25 comuni della Città metropolitana di Venezia, per un equivalente pari a circa 36.000.000 di euro.
Il progetto complessivo coinvolge 17 Comuni/Enti del territorio e vale circa 19 mila nuovi alberi: si prevede infatti una riduzione di oltre 42.308 tonnellate di CO2 immessa in ambiente.
Il piano prevede la gestione di 101 edifici pubblici distribuiti, oltre che nella Città Metropolitana, a Camponogara, a Caorle, a Cona, a Dolo, ad Eraclea, a Fiesso D’Artico, a Fossalta di Piave, a Fossò, a Jesolo, a Mirano, a Noale, a Pramaggiore, a San Stino di Livenza, a Santa Maria di Sala, a Torre di Mosto e a Vigonovo. Infine, oltre alla manutenzione e gestione energetica degli impianti nel corso del periodo contrattuale di 15 anni, si prevedono anche più di 630 interventi di riqualificazione energetica nei vari edifici coinvolti.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.