7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Città Metropolitana: 1,8 milioni per la riqualificazione energetica

HomeCittà MetropolitanaCittà Metropolitana: 1,8 milioni per la riqualificazione energetica
la notizia dopo la pubblicità

Venezia, la Città Metropolitana investe 1,8 milioni per la riqualificazione energetica.
E’ stato firmato il contratto tra la Città metropolitana di Venezia e ASE, AcegasApsAmga Servizi Energetici, per la gestione e riqualificazione degli uffici del Centro Servizi e di due scuole superiori, con un investimento di oltre 1,8 milioni euro che porterà ad una previsione di risparmio energetico superiore al 55%, pari a circa 2,7 milioni di kWh tra energia elettrica e termica.
Il contratto prevede la gestione e riqualificazione energetica di quattro edifici pubblici. Saranno interessati dai lavori le sedi del Centro Servizi 1 e 2, il Liceo Scientifico “Stefanini” e l’Istituto “G. Veronese – G. Marconi” di Cavarzere.
La riqualificazione, oltre a migliorare la vivibilità e il comfort di strutture importanti del territorio che accolgono ogni giorno centinaia di studenti e lavoratori, renderà gli edifici e gli impianti più efficienti e rispettosi dell’ambiente, con un’importante riduzione delle emissioni dei gas serra.
Nel dettaglio, l’investimento sarà di oltre 1,8 milioni euro a carico di ASE che, grazie ad importanti lavori di riqualificazione degli impianti, permetterà di raggiungere un risparmio energetico superiore

al 55%, pari a circa 2,7 milioni di kWh tra energia elettrica e termica.
Gli obiettivi energetici verranno raggiunti attraverso l’installazione di 6.000 punti luce a Led, nuovi impianti fotovoltaici dalla potenza massima di oltre 50 kWp, più di 300 valvole termostatiche e la coibentazione degli edifici su una superficie totale di oltre 9.500 m2. Inoltre, per alcuni immobili, sarà prevista la sostituzione dei generatori di calore per una potenza di oltre 1.700 kW e interventi di ottimizzazione delle pompe elettriche e isolamento delle tubazioni. La durata dei lavori sarà di circa un anno.
Grazie ai numerosi interventi indicati, il canone annuo per la gestione dei servizi energetici della Città Metropolitana di Venezia sarà quindi inferiore rispetto alla spesa annua attuale. Tali interventi saranno finanziati dal conto termico e dai risparmi raggiunti a seguito dei lavori di efficientamento.
Il progetto rientra nel programma di finanziamento europeo ribattezzato “Elena” che ha visto l’erogazione a fondo perduto da parte della Banca Europea degli Investimenti alla Città metropolitana di Venezia di € 1.034.000,00.

Questo per l’assistenza tecnica, finanziaria e legale necessaria alla realizzazione con il meccanismo del finanziamento tramite terzi di interventi di efficienza energetica su edifici e reti di illuminazione pubblica di 25 comuni della Città metropolitana di Venezia, per un equivalente pari a circa 36.000.000 di euro.
Il progetto complessivo coinvolge 17 Comuni/Enti del territorio e vale circa 19 mila nuovi alberi: si prevede infatti una riduzione di oltre 42.308 tonnellate di CO2 immessa in ambiente.
Il piano prevede la gestione di 101 edifici pubblici distribuiti, oltre che nella Città Metropolitana, a Camponogara, a Caorle, a Cona, a Dolo, ad Eraclea, a Fiesso D’Artico, a Fossalta di Piave, a Fossò, a Jesolo, a Mirano, a Noale, a Pramaggiore, a San Stino di Livenza, a Santa Maria di Sala, a Torre di Mosto e a Vigonovo. Infine, oltre alla manutenzione e gestione energetica degli impianti nel corso del periodo contrattuale di 15 anni, si prevedono anche più di 630 interventi di riqualificazione energetica nei vari edifici coinvolti.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...
spot

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?
Advertisements

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Venditori abusivi e forze di polizia, il dibattito dei nostri lettori

Questo articolo qui sotto ha avuto la capacità di aprire un acceso dibattito tra alcuni nostri lettori in merito alla questione dei venditori ambulanti abusivi a Venezia. Tutte le posizioni sono rispettabili e dettate da valutazioni personali di logica e di coscienza...