domenica 16 Gennaio 2022
2.4 C
Venezia

Venezia che resiste: “Venice Factory”. “Per salvare l’artigianato bisogna ripopolare la città”

HomeVenezia che ResisteVenezia che resiste: “Venice Factory”. “Per salvare l’artigianato bisogna ripopolare la città”

sorelle girotto venice factory prodotti

Recuperare la tradizione e innovarla: si riassume così il lavoro dello studio “Venice Factory” fondato dalle sorelle Eliana e Martina Gerotto in Fondamenta San Giobbe a Cannaregio.
“Siamo un’azienda 100% made in Italy – esordisce Eliana, direttrice creativa con un passato nel design industriale e nell’arredamento di interni – la nostra vocazione è produrre oggetti contemporanei che reinterpretino liberamente la tradizione artistica del territorio”.

In un Centro Storico ormai votato alla monocultura turistica c’è chi nel 2014 ha scommesso su un laboratorio di progetti da affidare a fabbri, falegnami, vetrai di Murano e tessitori.
Su un grande tavolo di legno le due sorelle realizzano su carta e poi con il cartoncino le bozze delle loro creazioni – tra le quali spiccano le figure in vetro

assegnate a Gianni Seguso, i gioielli con le murrine, piatti in pioppo, vassoi barocchi ma anche borse in stoffa e t-shirt. “Siamo editori di nostre idee che facciamo realizzare – spiega Martina – con l’ambizioso obiettivo di rilanciare un settore vitale come l’artigianato. A volte, però, siamo costrette a rivolgerci altrove: in città ha chiuso anche l’ultimo argentiere”.

Colpa di un turismo non più attento alla cultura?
Martina ci tiene a chiarire un concetto: “Gli artigiani non lavorano con i turisti ma con la committenza di chi vive e lavora a Venezia: se si vuole salvare l’artigianato bisogna ripopolarla. I fabbri realizzano grate, paratie per l’acqua alta e tavoli per le pescherie: è da qui che nasce il concetto di città, il vantaggio della popolazione di vivere insieme. L’unico modo di sanare l’economia è puntare sui residenti.”

Neppure il settore ricettivo sembra dare respiro al settore: “Gli hotel si affidano alle ditte della terraferma – prosegue Eliana – mentre gli affitti ‘per turisti’ sono diventati un ‘investimento a perdere’ con mobili low-cost facili da sostituire. Sono lontani i tempi in cui il residente si affidava ad antiquari

e ‘raccoglitori’ per allestire un B&B dal ‘sapore’ veneziano’: non c’è più la committenza e senza il lavoro le attività muoiono. E’ l’estinzione di un sapere”.
Da qui la “missione” delle Gerotto di dare linfa all’artigianato fornendo progetti da realizzare.

Ma qual è il ‘target’ medio di “Venice Factory”?
“I nostri articoli sono ricercati e di qualità – continua Eliana – ci rivolgiamo ai visitatori colti che sappiano apprezzare il bello, a chi è nato a Venezia o ha scelto di viverci ed è alla ricerca di un ‘mood’ creativo che ricordi la tradizione”.

Ma come si può salvare la città?
“Venezia porta con sé i saperi di secoli – concludono le Gerotto – ma il turismo ‘fine a se stesso’ la sta trasformando in un luogo ‘finto’ che allontana chi ama la sua storia, la sua arte e le sue botteghe. Le istituzioni devono avere il coraggio di puntare sul concetto di ‘città’, di tenere vivo il ‘seme delle cose’ e di come si realizzano. Ma siamo entrambe fiduciose: chi ama il bello non può perdersi nel pessimismo. Vince solo chi è tenace”.

Nino Baldan

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Walter Onichini è in carcere, Zaia: “Mattarella conceda la grazia”

Caso Onichini: Zaia chiede la grazia per il macellaio che è in carcere per aver sparato al ladro. "Mi rivolgo al capo dello Stato e chiedo che venga concessa la grazia a Walter Onichini", sono state le parole del presidente della Regione...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

“L’attuale modello economico è basato sull’assembramento: la IV ondata ve la siete cercata”. Lettere

"Nessuno ha mai controllato il rispetto delle regole negli alberghi di Venezia"

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...