26.4 C
Venezia
venerdì 30 Luglio 2021

Variante Brasiliana trovata oggi per la prima volta in Italia. Ultima ora

Homevariante brasilianaVariante Brasiliana trovata oggi per la prima volta in Italia. Ultima ora

Variante Brasiliana trovata oggi per la prima volta nel nostro paese. Si tratta di un evento estremamente delicato posto sotto la massima attenzione.
“È in corso di valutazione presso l’Ospedale di Varese il primo caso di variante brasiliana ad oggi osservato in Italia” lo certifica in una nota Ats Insubria.
Il caso riguarda un uomo, rientrato nei giorni scorsi dal Brasile all’aeroporto di Malpensa via Madrid, risultato positivo al tampone.
“Il soggetto è in buone condizioni di salute, ma precauzionalmente è stato ricoverato per accertamenti”.
L’uomo è stato ricoverato nel reparto diretto dal professor Paolo Grossi.
Il ricovero è avvenuto immediatamente dopo

“che la variante era stata identificata dal laboratorio di microbiologia diretto dal professpr Fabrizio Maggi.
I familiari del paziente sono tutti stati sottoposti al tampone e sono sotto sorveglianza da parte di Ats Insubria.
ATS Insubria spiega in una nota che “sta monitorando la situazione in raccordo con la Direzione Welfare di Regione Lombardia e l’Istituto Superiore di Sanità”.
“Sono state adottate – assicura – tutte le misure di sanità pubblica previste dai vigenti protocolli sanitari per il controllo della diffusione della variante brasiliana sul nostro territorio e, ad oggi, la situazione non è motivo di allarme”.

(Rip.)
Variante Brasiliana trovata oggi per la prima volta nel nostro paese. Si tratta di un evento estremamente delicato posto sotto la massima attenzione.
“È in corso di valutazione presso l’Ospedale di Varese il primo caso di variante brasiliana ad oggi osservato in Italia” lo certifica in una nota Ats Insubria.
Il caso riguarda un uomo, rientrato nei giorni scorsi dal Brasile all’aeroporto di Malpensa via Madrid, risultato positivo al tampone.
“Il soggetto è in buone condizioni di salute, ma precauzionalmente è stato ricoverato per accertamenti”.
L’uomo è stato ricoverato nel reparto diretto dal professor Paolo Grossi.
Il ricovero è avvenuto immediatamente dopo

“che la variante era stata identificata dal laboratorio di microbiologia diretto dal professpr Fabrizio Maggi.
I familiari del paziente sono tutti stati sottoposti al tampone e sono sotto sorveglianza da parte di Ats Insubria.
ATS Insubria spiega in una nota che “sta monitorando la situazione in raccordo con la Direzione Welfare di Regione Lombardia e l’Istituto Superiore di Sanità”.
“Sono state adottate – assicura – tutte le misure di sanità pubblica previste dai vigenti protocolli sanitari per il controllo della diffusione della variante brasiliana sul nostro territorio e, ad oggi, la situazione non è motivo di allarme”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.