lunedì 17 Gennaio 2022
3.7 C
Venezia

Vaccini ai bambini: si parte il 16/12

HomedateVaccini ai bambini: si parte il 16/12

Vaccini ai bambini, al via il 16: pronte 1,5 milioni di dosi.

In tutto quattordici milioni di vaccinazioni da completare per gli over 18 entro il 31 dicembre con oltre 20 milioni di dose previste.
La campagna di immunizzazione pigia sul pedale dell’acceleratore e imposta una road map.

Ora, infatti, si attiva anche il programma per la fascia di età 5-11 anni, dopo l’ok arrivato ieri dall’Aifa.

La Struttura commissariale ha programmato la distribuzione a dicembre di 1,5 milioni di dosi pediatriche di vaccino mRna-Pfizer.

Si tratta di una prima tranche di sieri che sarà poi integrata a gennaio e saranno rese disponibili a partire dal 15 dicembre, in modo che tutte le strutture vaccinali delle Regioni e Province autonome, saranno in grado di procedere alla vaccinazione dei bambini a partire dal giorno successivo, il 16.

Nel Lazio già dal 13 sarà possibile prenotare il siero per i bambini: “Per farlo in uno dei 78 hub dedicati basterà che i genitori inseriscano i dati della tessera sanitaria”, spiega l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato.
La Lombardia si sta attrezzando per gli under 12 con linee guida dedicate negli hub. “Stiamo pensando ad orari soprattutto pomeridiani, al sabato e alla domenica, per dare la possibilità ai bambini di essere accompagnati dai genitori e non interferire sull’orario scolastico”, annuncia la vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti.
La Toscana sta lavorando su due ipotesi: il coinvolgimento dei pediatri o l’uso degli hub con prenotazione da fare sul portale regionale.
In Campania oggi si è riunita l’Unità di crisi per mettere a punto la struttura organizzativa. “Dobbiamo avere luoghi dedicati per la vaccinazione dei bambini, anche negli attuali centri di vaccinazione – spiega il presidente De Luca -. Vorrei mettere in piedi anche luoghi ad hoc, con la presenza di pediatri, vorremmo andare nelle scuole, dove per procedere alla vaccinazione sarà necessaria la presenza dei genitori ma dove si può creare un clima di maggiore distensione”.

Il cambio di passo sulle inoculazioni sembra, comunque, essere già avvenuto: nella sola giornata di ieri sono state 430.614 le somministrazioni superando il target, fissato a quota 400 mila, indicato nei giorni scorsi dal commissario Figliuolo e relativo ai primi tre giorni di dicembre.
In particolare, le prime dosi sono state 30.286, a fronte di 26.003 seconde somministrazioni (cicli primari completati), mentre le dosi addizionali/booster hanno raggiunto quota 374.325.

Numeri in forte aumento confermati anche dal monitoraggio della Fondazione Gimbe. Nella settimana dal 24 al 30 novembre sono state oltre 1,9 milioni, con una media giornaliera di 306.445, le dosi somministrate.

Impennata anche per le terze dosi che fanno registrare un +52,5% rispetto alla settimana precedente, affiancate da prime dosi di nuovo in crescita e che vedono un balzo del 34,7%. Al primo dicembre sono 6 milioni 543.004 le dosi booster inoculate con una copertura nazionale che sfiora il 32%.

A livello territoriale il quadro d’insieme è a macchia di leopardo: si va dal 44,5% del Molise al 21,6% del Friuli Venezia Giulia. In quest’ottica in alcune regioni ci si sta attrezzando con l’apertura di nuovi centri che andranno ad aggiungersi ai 2.453 già operativi su tutto il territorio nazionale, così come annunciato da Figliuolo.

Nel Lazio domenica 5 dicembre è in programma l’apertura straordinaria di 12 centri vaccinali: possono accedervi tutti gli over 18 fino ad esaurimento delle disponibilità dopo essersi prenotati sul portale regionale, attivo da domani, per un totale di 5 mila somministrazioni complessive.

In Puglia nelle ultime 24 ore sono state registrate oltre 55 mila prenotazioni. La media settimanale è passata da 6.810 al giorno nel periodo 15-21 novembre, a 18.324 al giorno nel periodo 22-28 novembre, sino a 42.552 al giorno negli ultimi tre giorni, 29 novembre-primo dicembre.

In Toscana le imprese e associazioni di categoria potranno nuovamente aprire gli hub vaccinali aziendali, tramite i quali offrire la terza dose mentre al momento la Liguria esclude la riapertura dei grandi hub come quello della Fiera di Genova alla luce del fatto che “i numeri della domanda in proiezione restano sostenibili”, come afferma il presidente Toti.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Quando i no vax finiscono in ospedale e cambiano idea sul vaccino. Di Andreina Corso

Aumentano di giorno in giorno le persone contrarie al vaccino, colpite dal Covid, che dopo un’esperienza ospedaliera traumatica scelgono di vaccinarsi e cercano di convincere gli altri a fare altrettanto. Quando la malattia ancora non ti tocca, quando ti è sconosciuta la...

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

Mauro da Mantova è morto. L’ospite della trasmissione ‘La Zanzara’ non ce l’ha fatta

Mauro da Mantova è morto ieri a Verona. Era ricoverato dal 10 dicembre, quasi subito era entrato in condizioni critiche e, alla fine, non c'è stato niente da fare. Mauro da Mantova, "ospite-incursore" della trasmissione radiofonica "La Zanzara" è spirato all’ospedale Borgo...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.