Un guizzo di Babacar porta i tre punti alla Fiorentina

ultimo aggiornamento: 24/12/2017 ore 12:10

152

Un guizzo di Babacar porta i tre punti alla Fiorentina

Dopo due pareggi consecutivi a reti inviolate per i viola arriva finalmente la tanto agognata vittoria e Pioli può dirsi soddisfatto della sua squadra, che ha creato molto soprattutto con il gioiellino Chiesa. Il Cagliari è in un momento negativo e, complice anche l’espulsione di Joao Pedro nel finale, non riesce a resistere all’assalto decisivo della Fiorentina. Grazie a questi tre punti, i viola sorpassano momentaneamente Milan e Atalanta e si issano al settimo posto.

Lopez si affida al miglior undici a disposizione, con il recuperato Van der Wiel sulla fascia e Joao Pedro a supporto dell’unica punta Pavoletti. Pioli schiera Milenkovic tra i tre di difesa e Biraghi a centrocampo, con Thereaux e Simeone davanti. La partita inizia a rilento, con l’unico tiro che parte dai piedi di Chiesa ma viene facilmente parato da Cragno. Al 20’ Simeone è bravo a girarsi e tirare in porta con il sinistro, ma la conclusione esce debole. Ancora Simeone impegna Cragno stavolta di testa e il portiere è chiamato agli straordinari per evitare il gol. Da lì in poi sale in cattedra Chiesa, che tira a raffica verso la porta del Cagliari: su uno ci mette una pezza Cragno mentre i restati vengono deviati o finiscono di poco a lato. Viola che, pur creando molto, non riescono a superare un ottimo Cragno e Cagliari costretto nella propria metacampo.

Nel secondo tempo Lopez vuole inserire forze fresche per tentare di attaccare e inserisce Cossu, ma le occasioni arrivano ancora per gli avversari: Simeone si vede la conclusione ribattuta da Romagna mentre Badelj spedisce a lato di testa tutto solo e da ottima posizione, sprecato forse la chance migliore della partita. Entra Babacar per la Fiorentina e bastano una decina di minuti al Senegalese. Al minuto 82 Chiesa mette dentro un cross che arriva a Babacar, lesto a infilare Cragno per lo 0-1. Nel recupero Joao Pedro colpisce Chiesa a palla lontana e, dopo aver rivisto l’episodio, l’arbitro espelle il giocatore del Cagliari. Proprio Joao Pedro era stato l’unico ad aver tirato in porta per i sardi, con una punizione facilmente parata da Sportiello.

Troppo poco fatto dal Cagliari, che sembra essere in un momento no della propria stagione. Tirare una sola volta in porta giocando in casa vuol dire non aver provato nemmeno ad attaccare e la Fiorentina è una buona squadra ma non solidissima dietro. Pioli ritrova il sorriso e la vittoria (meritata) dopo un paio di pareggi.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here