Speranzon: dimissioni dall’Ater, si candida per Consiglio regionale

ultimo aggiornamento: 12/08/2020 ore 19:02

468

raffaele speranzon presidente ater up 680

Raffaele Speranzon si dimette da presidente dell’Ater Venezia in vista delle elezioni regionali in Veneto.
Speranzon ha rassegnato le dimissioni da Presidente ritenendo inopportuno mantenere l’incarico in vista delle elezioni in Consiglio regionale che lo vedranno candidato.

Il vicepresidente di Ater, Fabio Nordio, ne farà le veci mantenendo la carica di vice, e resterà insediato l’attuale cda finchè la nuova giunta regionale ne nominerà uno nuovo. Speranzon, 48 anni, di Mestre, consulente d’azienda, era stato nominato presidente a settembre 2018 ed è rimasto in carica per quasi due anni.


Speranzon, nella durata del suo mandato, è stato il presidente che più di tutti aveva portato trasparenza e innovazione all’Ater di Venezia introducendo anche una capacità di ascolto e di rapporto con gli inquilini che non si erano mai visti prima.

Speranzon, inoltre, è stato il presidente che si è trovato a traghettare l’azienda durante la difficile fase della nuova Legge Regionale sugli inquilini delle “case popolari” che, in particolare alla prima stesura, era formulata in maniera molto rigida al punto che molti assegnatari, tra cui anziani, avrebbero dovuto lasciare l’alloggio dopo molti anni e dopo aver sempre pagato regolarmente l’affitto.

Assegnazioni, iniziative, manutenzioni e rinnovamenti si contano numerosi durante la sua guida proiettando l’azienda ad una dimensione nuova e moderna.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here