23.1 C
Venezia
lunedì 26 Luglio 2021

Spari nel Mc Donald’s di Monaco. Morti e feriti. Cronaca di quei minuti

HomeCronacaSpari nel Mc Donald's di Monaco. Morti e feriti. Cronaca di quei minuti

Spari nel Mc Donald's di Monaco. Morti e feriti. Cronaca di questi minuti

“Spari” sono stati esplosi qualche minuto fa in un contro commerciale di Monaco di Baviera. In pochi attimi è scattato l’allarme ed è arrivato un grande dispiegamento di forze di polizia.

Secondo informazioni ufficiose riportate dalla tv N24, la sparatoria nel centro commerciale di Monaco avrebbe causato almeno un morto e 10 feriti. Secondo testimonianze raccolte dalla tv, la sparatoria sarebbe avvenuta all’interno di un negozio commerciale, uno dei più popolari in Germania.

Contemporaneamente, con un tweet, la polizia di Monaco ha annunciato di avere in corso un “grande intervento” nell’Olympia-Einkaufszentrum (Oez) e ha invitato le persone vicine ad evitare la zona.

Il sito della Sueddeutsche Zeitung (Sz) ricorda che il centro commerciale è “nel nord della città” e un dipendente della struttura ha riferito che “non possono lasciare i negozi”. Il sito informa che il traffico della metropolitana di superficie “è interrotto”.

“La polizia è molto nervosa, gruppi di 10-12 poliziotti pattugliano la zona dove è avvenuta la sparatoria e si muovono armi alla mano in tutte le direzioni”. Lo riferisce un reporter della tv pubblica bavarese BR che è sul luogo. Sul posto sono giunte le truppe speciali, pompieri e decine di ambulanze. “L’intera zona attorno al centro commerciale Olympia è stata evacuata, l’azione della polizia è in corso”.

Dopo pochi minuti la tv N24 ha parlato di una seconda sparatoria nella Karlsplatz di Monaco, chiamata anche Stachus, nel centro della città. Il commentatore ha parlato deliberatamente di “stato di guerra” anziché di uno o più atti terroristici.

La seconda sparatoria non ha avuto conferme ufficiali, mentre scene di panico si sono verificate nella zona pedonale vicina al centro commerciale Olympia di Monaco, dove c’è stata la sparatoria che secondo la polizia ha lasciato sul terreno morti e feriti. La gente è scappata via urlando e piangendo mentre la polizia arrivava con ‘armi lunghe’.

Intanto si apprende che sono stati decine gli spari nel ristorante fastfood del centro commerciale di Monaco. Le esplosioni si sentono chiaramente in un video amatoriale che è stato trasmesso dalle tv all news tedesche, in cui si vede la gente in fuga.

La Polizia di Monaco nel frattempo invita a non pubblicare immagini dell’operazione in corso si internet o sui social. “Niente foto o film. Aiutano gli attentatori”, si legge in un tweet.

Dai dati raccolti finora si può confermare che più di una persona, forse tre secondo alcuni testimoni, hanno sparato nel Mc Donald’s di un affollatissimo centro commerciale in una zona residenziale della capitale della Baviera. Non è ancora chiaro il bilancio, ma la polizia si aspetta “diversi morti”: sei secondo media stranieri, tre secondo il ministero dell’Interno bavarese. Sul terreno, poi, ci sono parecchi feriti.

La tragedia, a pochi giorni dall’assalto di un diciassettenne su un treno, sempre in Baviera, in cui sono rimaste ferite cinque persone a colpi di ascia va in scena nel tardo pomeriggio in un centro commerciale pieno di gente di venerdì sera, con uffici appena chiusi, vacanze scolastiche appena iniziate ed i saldi nel loro pieno. Un testimone avrebbe dichiarato che l’omicida puntava l’arma verso i bambini.

I fatti: prima delle 19 uno o più uomini iniziano a sparare nel fast food dello shopping mall, da cui escono continuando a sparare, armi in pugno, sulle persone. E fanno perdere le loro tracce, anche se secondo gli inquirenti sarebbero ancora in città.

Per questo la Polizia lancia un appello alla gente: state in casa, evitate le piazze ed i luoghi affollati e non postate video e foto dell’operazione in corso, portata avanti da agenti armati fino ai denti.

E’ il panico. La gente scappa dal centro commerciale urlando e piangendo. La metropolitana viene completamente chiusa in tutta la città. Si sparge la voce di una seconda sparatoria in una piazza al centro, che però viene poco dopo seccamente smentita dai pompieri.

Ma il terrore si sparge pure nelle zone centrali, dove ad alcuni clienti è stato impedito di uscire dai negozi in cui si trovavano a fare acquisti. Viene evacuata la stazione centrale e gli ospedali si preparano ad accogliere i feriti. Intanto in tutta la città è in corso la caccia ai tre attentatori, con elicotteri ed ogni mezzo.

“Abbiamo sentito tre colpi, ma non abbiamo visto chi sparava”. E’ la testimonianza, raccolta dalle catene all news tedesche, di una donna che si trovava nel McDonald’s di Monaco quando è iniziata la strage. Siamo scappati tutti, ospiti e personale. I bambini hanno urlato e abbiamo corso come pazzi. Io ero di sopra e sono scappato”, ha detto ancora.

Barack Obama, dopo essere stato aggiornato sui fatti di Monaco dalla responsabile antiterrorismo
della Casa Bianca Lisa Monaco, ha confermato come nella città tedesca ci sia “una situazione ancora in via di sviluppo”. “Non sappiamo ancora esattamente cosa stia succedendo”, ha aggiunto.

Redazione | 22/07/2016 | (Photo d’archive) | [cod terromo]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.