5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
22.5 C
Venezia
lunedì 14 Giugno 2021

Sparatoria in campo nomadi, un morto e uno gravissimo scaricati davanti l’ospedale

HomeNotizie VenetoSparatoria in campo nomadi, un morto e uno gravissimo scaricati davanti l'ospedale

Sparatoria in campo nomadi, un morto e uno gravissimo scaricati davanti l'ospedale

Un morto e un ferito in condizioni gravissime. E’ questo il primo bilancio di una sparatoria tra nomadi, verificatasi giovedì pomeriggio in via Liguria, a Thiene (Vicenza), proprio in un campo di sosta.

Secondo le prime informazioni, dopo il conflitto a fuoco due uomini sono stati caricati su un furgone e poi scaricati davanti all’ospedale di Santorso. Uno di questi era già deceduto, mentre l’altro, gravemente ferito, è stato trasferito nel reparto di rianimazione.

A sparare sarebbe stato un terzo uomo fuggito, secondo gli investigatori, a bordo di un’auto assieme a un complice.

Ancora non si conoscono le generalità della vittima e del ferito, ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Santorso.

La sparatoria è maturata in un campo abusivo a cavallo dei Comuni di Thiene e Zanè al centro di una zona agricola dove ora sostano un paio di camper mansardati e alcune auto.

I carabinieri stanno cercando, anche con l’ausilio di metal detector, i bossoli esplosi probabilmente da una pistola che potrebbe anche essere stata gettata via dall’omicida.

Con il passare delle ore è diventata caccia all’uomo in tutto l’Alto Vicentino dopo la sparatoria avvenuta oggi ai confini tra i comuni di Thiene e Zanè, in una zona agricola in cui sono accampati diversi camper di nomadi, dove a terra sarebbero stati trovati i bossoli.

Secondo quanto appreso, i carabinieri, anche con l’ausilio di un elicottero, stanno dando la caccia al furgone dal quale sono stati scaricati i due uomini, uno ormai cadavere, l’altro gravemente ferito, davanti all’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale di Santorso, per poi ripartire a grande velocità.

Oltre a questo mezzo la ricerca riguarda anche un camper e due macchine di colore scuro intestate ad altrettanti nomadi, che potrebbero essere fuggite dopo la sparatoria.

Alla base del grave fatto di sangue potrebbe esserci un regolamento di conti tra bande rivali, con protagonisti più persone. Al momento non è stato reso noto il nome dell’uomo deceduto, ma gli investigatori hanno già individuato i componenti delle due famiglie rivali di nomadi, alcuni componenti delle quali avrebbero precedenti penali.

Redazione | 24/05/2016 | (Photo d’archive) | [cod monaspa]

Data prima pubblicazione della notizia:

Una persona ha commentato

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor