5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
19.2 C
Venezia
lunedì 17 Maggio 2021

Spacciatori travestiti da pescatori arrestati da poliziotti in abiti da netturbini

HomeIl casoSpacciatori travestiti da pescatori arrestati da poliziotti in abiti da netturbini

spacciatori finti pescatori
Spacciatori travestiti da pescatori colti in castagna da agenti in abiti da netturbini.

La lotta alla criminalità è anche una battaglia di furbizia, e venerdì notte gli agenti del Commissariato di Mestre, a seguito di attività di osservazione e pedinamento nell’area del Bosco Osellino, hanno arrestato due uomini per la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

I due pusher, un italiano di 32 anni e un moldavo di 30, erano stati notati mentre facevano finta di pescare nei pressi del torrente: la “pesca” però era solo un escamotage per non dare nell’occhio e poter incontrare i propri clienti, cioè i consumatori di stupefacenti.

Dopo il confezionamento della sostanza infatti, uno dei due soggetti raggiungeva il luogo deputato alla cessione, raccoglieva il denaro dal tossicodipendente e tornava nuovamente a fingere di pescare.

L’andirivieni di persone nelle vicinanze dei “pescatori” non è però sfuggita agli occhhi degli investigatori, che venerdì sono passati all’azione con le stessi armi dei pusher, cioè rispondendo al travestimento: i poliziotti del Comissariato si sono travestiti da operatori ecologici e si sono avvicinati al luogo dello spaccio senza destare sospetti, e nel loro percorso hanno subito fermato un ventenne veneziano che aveva con sé 5 grammi di eroina. Il giovane ha confessato agli agenti di averla appena acquistata dai due soggetti.

Gli agenti “netturbini” hanno poi bloccato i due finti pescatori, impedendogli di disfarsi della sostanza stupefacente. Sono stati rinvenuti e sequestrati, in tutto 60 grammi di eroina, 10 grammi di cocaina, una somma di contanti per un totale di 1000 euro circa, e diversi attrezzi necessari allo spaccio, tra i quali un bilancino.

Ai due trentenni spacciatori, dapprima accompagnati al carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia, è stata applicata la misura degli arresti domiciliari, in attesa del processo.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor