-2.2 C
Venezia
giovedì 28 Gennaio 2021

L’allarme di Confcommercio sui ristori. Il sit-in degli imprenditori

Home aiuti per Covid L'allarme di Confcommercio sui ristori. Il sit-in degli imprenditori
sponsor

L’allarme di Confcommercio Venezia sui ristori agli imprenditori: “Roma annuncia che è tutto a posto, invece non è così. E’ La segnalazione e richiesta d’aiuto lanciata oggi, 11 gennaio 2021, da Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia.
“Anche oggi, da Roma, attraverso autorevoli esponenti di governo, è stato annunciato che tutti i ristori previsti dal “decreto Natale” sono arrivati sui conti correnti dei titolari di attività interessate da restrizioni” scrivono dalla confederazione, aggiungendo però che ciò non risulta, per le numerose segnalazioni che stanno giungendo da parte degli imprenditori preoccupati.
“Dal governo – dichiara il presidente Massimo Zanon – continuano a dirci che i ristori

sponsor

sono stati erogati. Noi, purtroppo, dobbiamo constatare che non ci corrisponde e che ogni giorno che passa, più imprese rischiano la sopravvivenza; inoltre non vorremmo che a qualcuno saltassero i nervi. Non solo non sono arrivati i ristori previsti dal decreto Natale, ma non in pochi attendono ancora quelli di novembre”.
La possibile introduzione della zona rossa e del divieto per i pubblici esercizi di fare asporto dopo le 18, spiegano dalla confederazione metropolitana, rischia di peggiorare ulteriormente una situazione già pesante.
“Noi ribadiamo ancora una volta – riprende Zanon – che le parole d’ordine devono essere: immediatezza e adeguatezza.
Se i ristori non hanno queste caratteristiche, per molte attività la chiusura sarà ineludibile.
Chi è al governo, prima di lanciarsi in proclami, verifichi bene qual è la situazione e si attivi per fare in modo di poter dire al più presto, stavolta sì a buona ragione, che i ristori

commercial

sono stati erogati”.
SIT-IN A PADOVA
Nel frattempo, oggi a Padova si è tenuto un sit-in di Confcommercio davanti alla sede della Prefettura.
“Prima erano in giallo, poi sono passati in arancione, adesso, con ogni probabilità, finiranno in rosso – scrivono da Confcommercio Veneto – forse anche col divieto per i pubblici esercizi di fare asporto a partire dalle 18”.
“Ma noi, in verità, siamo già in nero, colore che significa che migliaia di imprese, nell’arco di poche settimane, senza ristori immediati e adeguati, saranno costrette a chiudere”. E’ il grido di dolore espresso dal presidente di Confcommercio Veneto Patrizio Bertin.
Al suo fianco, tra gli altri, sono intervenuti il segretario regionale della Fipe, Eugenio Gattolin, e il segretario provinciale di Appe, Filippo Segato.
Per il sit-in Confcommercio ha scelto un luogo simbolico, la prefettura, sede territoriale

del governo, per richiamare l’attenzione su una situazione divenuta ormai insostenibile. Significativamente, a terra è stato disteso un tappeto lungo vetri metri suddiviso a fasce: gialla, poi arancione, quindi rosso e infine, molto più lungo dei primi tre tratti, nero.
“Siamo arrivati al punto che non chiediamo nemmeno più di fare impresa, perché questo ci è impedito, ma almeno che ci sia consentito di sopravvivere”, ha dichiarato Bertin, sorreggendo un cartello emblematico in cui c’era scritto: “Rispettosi e mazziati”, ed esordendo con la celebre frase di “Quinto potere” per sostenere come si sia giunti a un punto di non ritorno: “Mentre a Roma – ha affermato – continuano a pensare a come ridistribuirsi le cariche, noi andiamo incontro alla morte delle nostre imprese”.

“Nessuno nega che ci sia un problema sanitario enorme – ha proseguito – ma nessuno deve pensare che non ci sia anche una pandemia economica che, se non sarà corretta, rischia di lasciare le nostre città senza bar, senza ristoranti e senza negozi nonché le famiglie nostre e dei nostri collaboratori senza reddito”.

Un altro segno della manifestazione simbolico è stato il tavolino preparato senza sedie per sottolineare, come ha spiegato Segato, che non c’è la possibilità di accogliere i clienti e le attività vanno a spegnersi.
Ma il sit-in organizzato da Confcommercio ha acceso un riflettore anche su tante altre situazioni di estrema difficoltà nel comparto del terziario, di fatto se non proprio azzerato, sicuramente alle corde.
Così hanno preso la parola, o erano presenti, oltre a baristi e ristoratori, anche rappresentanti delle sale da ballo, degli ambulanti, del comparto del wedding, degli agenti di commercio, delle scuole di lingue.
“Non c’è più tempo – l’appello finale di Bertin – Dal governo ci attendiamo risposte rapide e soprattutto di non essere gli unici a pagare”.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Altro bambino di 9 anni muore con la corda al collo. Social, sfida, gioco: qual è la matrice di questa follia?

Un altro bambino, questa volta di 9 anni, è morto impiccato in casa. Espressione dura che descrive tutta la crudezza di questa follia che...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...
commercial

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...
sponsor

All’esame di guida con l’equipaggiamento da spia: due suggeritori fuori davano risposte

A quanto pare in questo periodo gli stranieri le studiano tutte per superare l'esame di scuola guida senza la fatica di imparare. Dopo il nigeriano...

Andamento pandemia: casi in crescita oggi del 50%

Andamento pandemia in piena fase altalenante. Dopo un trend che tutti avevano definito 'di regressione' tornano ad aumentare i numeri oggi. Sono 15.204 i test...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Zuppa conservata male origina botulino: 40enne in rianimazione

Un uomo di 40 anni ha mangiato una zuppa scongelata ed è finito all'ospedale per intossicazione da botulino. L'incidente, che non ha responsabili se...

Tagli agli stipendi per pandemia, dipendenti Actv sul piede di guerra

Tagli agli stipendi Actv a causa della pandemia. In realtà, non veri e propri 'tagli', bensì voci integrative che non possono più essere assicurate. Si...
commercial

Anziana in stato confusionale voleva buttarsi in acqua di notte alle Fondamente Nove

Delicato intervento della Polizia di Stato alle tre di notte tra domenica e lunedì. Il soccorso ha riguardato una anziana signora che sembrava volersi buttare...

Piazza Ferretto: sfonda vetrina con un tombino per rubare bottiglie esposte

Una pattuglia del Reggimento Lagunari Serenissima, impegnata nel servizio Strade Sicure, ha bloccato ieri sera un uomo che dopo aver sfondato la vetrina di...

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.