20.4 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Secessionisti Veneto, Tanko? Parola grossa

HomeNotizie VenetoSecessionisti Veneto, Tanko? Parola grossa

Secessionisti Veneto Tanko

Il tanko era un caterpillar che, stando al progetto, doveva essere corrazzato e attrezzato per resistere agli attacchi esterni. Era lo strumento con cui i secessionisti indipendentisti veneto-lombardi arrestati dai Ros il 2 aprile pensavano di pianificare un gesto eclatante per portare all’attenzione collettiva la situazione del Veneto. Forse il progetto avrebbe potuto essere attuato con un nuovo sbarco in piazza San Marco.

Le informazioni arrivano da un’intervista a ‘Oggi’, di cui il settimanale ha diffuso un’anticipazione – del veronese Tiziano Lanza, uno dei separatisti che nelle scorse settimane hanno ottenuto la liberazione dal carcere.

“Il tanko doveva servire per un’azione dimostrativa. Aveva un cannone? Cannone è una parola grossa – racconta Lanza – L’avevamo provato con cariche di polvere pirica. Su 20 tentativi ne saranno andati a segno due. “Il mezzo sarebbe dovuto servire per resistere al suo interno 24 o 48 ore. Lo sbarco del blindato, con Internet, i social network, gli smartphone… avrebbe fatto diventare il caso dell’indipendenza del Veneto di statura internazionale”.

Il mezzo aveva due botole a tenuta stagna e prese d’aria. Chiuso l’abitacolo, tre o quattro persone avrebbero potuto calarsi all’interno, manovrare il mezzo e rimanerci fino a esaurimento di acqua e viveri. Previsto anche uno scarico, un foro di 15 centimetri collegato con una tazza che doveva fare da “evacuatore e lavandino”.

Redazione

[20/05/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.