Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
17C
Venezia
venerdì 26 Febbraio 2021
HomeSicurezzaSan Donà presa di mira per le truffe: Carabinieri prendono 'trasfertista'

San Donà presa di mira per le truffe: Carabinieri prendono ‘trasfertista’

Addosso al sospettato anche un biglietto aereo di andata e ritorno in giornata per l’aeroporto di Napoli, segno distintivo della mobilità e della natura trasfertista di questo tipo di truffatori che tendenzialmente, una volta individuata la zona, agiscono in giornata cercando di fare razzia nel più breve tempo possibile

Marghera, due fratelli allontanati da casa: picchiavano la madre

I militari della Compagnia Carabinieri di San Donà di Piave, al termine degli accertamenti e delle varie attività di riscontro, hanno denunciato per il reato di tentata truffa e ricettazione S.P. 40enne di origini napoletane, disoccupato e pregiudicato.

La vicenda risale ad un paio di giorni fa quando alla centrale operativa del 112 sono giunte alcune telefonate di cittadini Sandonatesi che riferivano di esser stati poco prima contattati da uno sconosciuto qualificatosi come appartenente al tribunale di Udine che raccontava di presunti incidenti stradali occorsi ai propri congiunti e richiedeva quindi il pagamento di una penale comunicando inoltre che di li a poco si sarebbe presentato presso le proprie abitazioni un loro delegato.

Subito la centrale inviava sul posto una pattuglia al fine di intercettare l’eventuale truffatore. Poco distante dal luogo ove erano giunte le chiamate i militari notavano la presenza di un personaggio sospetto aggirarsi per quella strada. All’ora di pranzo il controllo.

Condotto in caserma per identificazione si scopriva essere un pluripregiudicato che già in passato era stato denunciato sia in provincia di Venezia che Treviso per reati di truffa.
Inoltre veniva rinvenuto un tesserino falsificato attestante la sua appartenenza al Tribunale di Udine che i militari provvedevano a sequestrare e di conseguenza denunciare il colpevole anche per il reato di ricettazione. Non venivano rinvenuti denari o preziosi segno che le truffe erano state sventate in tempo sia grazie all’accortezza dei cittadini sia al tempestivo intervento delle forze dell’ordine. Veniva anche rinvenuto un biglietto aereo di andata e ritorno in giornata per l’aeroporto di Napoli, segno distintivo della mobilità e della natura trasfertista di questo tipo di truffatori che tendenzialmente, una volta individuata la zona, agiscono in giornata cercando di fare razzia nel più breve tempo possibile.
Sequestrato inoltre un cellulare che sarà fondamentale ai fini investigativi.

Tramite i gruppi di controllo di vicinato si provvedeva inoltre a girare una nota di allarme invitando a prestare la massima attenzione ed a riferire di eventuali notizie utili nel caso qualcuno fosse stato contattato da questo sedicente riscossore.

Si scopriva inoltre che nella stessa via altri 2 cittadini avevano subito lo stesso tentativo di truffa per fortuna senza alcuna conseguenza. Numerose sono le bande trasfertiste che agiscono con il medesimo modus operandi.

L’attenzione delle forze dell’ordine è sempre massima ed il fatto che le truffe non siano andate a buon fine è segno che la massiccia campagna di prevenzione messa in atto in questi mesi sta dando i suoi frutti.

Per il soggetto deferito all’autorità giudiziaria è stata avanzata richiesta del foglio di via al fine di allontanarlo definitivamente dal territorio del Basso Piave.

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Strangola il figlio di due anni e si suicida. Tragedia nel Trevigiano

Strangola il figlio di due anni e si suicida. Una tragedia esplode nel pomeriggio del sabato nella provincia di Treviso. Un padre di 43 anni...

Weekend, anche a Venezia assembramenti: ribellione o disinteresse?

Nonostante le prevedibili reazioni dei commentatori da social ("Fanno bene...", "Siamo stufi...", ecc..) che arriveranno, chi si occupa di cronaca non può tacere quanto...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Fuoco al ristorante cinese di San Marco. E’ la seconda volta in 3 giorni

Fuoco al ristorante cinese di San Marco. E' la seconda volta in 3 giorni che intervengono i vigili del fuoco nel ristorante cinese "Il...

Delfino spiaggiato a Sottomarina. Una rete da pesca nella laringe

Delfino spiaggiato a Sottomarina (Venezia): è il primo caso dell’anno sul litorale veneto. Una rete da pesca ritrovata nella laringe di un tursiope da parte degli esperti dell’Università di Padova.

Chiuso profilo TikTok di donna che sfidava a soffocarsi, aveva 700mila follower

Chiuso profilo TikTok di una donna che "istigava al suicidio". Si tratta del profilo Tik Tok di una influencer con circa 700.000 follower. Il provvedimento...
spot

Coronavirus Venezia, numeri tornano oltre 100 nuovi casi in 24 ore

Coronavirus a Venezia e provincia che si mantiene in una situazione stazionaria nonostante il leggero aumento dei 'nuovi casi' dopo la tendenza positiva degli...

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.