“Ritiro la mia candidatura a Bovolenta”. Intervista all’Avv. Nicolò Leotta

ultimo aggiornamento: 11/02/2020 ore 18:20

670

nicolo leotta nostra 600

Buongiorno Avv. Leotta, andiamo subito al motivo di questa intervista?
“Vorrei, a distanza di qualche mese, far chiarezza sulla mia posizione in quel di Bovolenta. In questi ultimi mesi ci sono state molte voci sul mio possibile ritiro dalla campagna elettorale, all’elezione di Sindaco, dopo l’avvio di un procedimento penale a mio carico. Subito dopo gli articoli di giornale ho provveduto a stemperare la polemica, non solo porgendo le mie scuse all’ente religioso dei Testimoni di Geova e alle persone che si sono sentite offese da alcune affermazioni mal interpretate, ma anche prendendo una posizione chiara contro l’odio e la discriminazione razziale e religiosa. Scuse che rinnovo proprio perché non era mia intenzione arrecare alcun pregiudizio a terzi. Da anni sono Presidente di una onlus di soccorso sanitario, che per quasi sei anni ha svolto servizio proprio a Bovolenta a favore dei cittadini e delle varie associazioni locali, quindi i cittadini sanno chi è realmente Nicolò Leotta. Lungi da me ogni pensiero di istigazione, tantomento religioso, di odio e spero di averlo chiarito in modo definitivo”.

Quindi cosa farà alla fine?
“Ritiro in modo irrevocabile la mia candidatura e chiedo ne sia dato conto in questo Vostro comunicato stampa”.

Quindi ci sta dicendo che lei non si presenterà alle prossime amministrative locali?
“Esatto, non mi presenterò affatto e ciò come concreto gesto di scuse verso la comunità”.

Una risposta secca…
“Si, è una posizione maturata dopo una lunga riflessione. In gioco non c’è solo il bene del paese ma anche la possibilità concreta di poterlo amministrare con serenità nei prossimi cinque anni ed allora ritengo doveroso fare un passo indietro lasciando lo spazio ad altri che possono dare il meglio per questa bella città tra cui il Sindaco uscente che da un mio insindacabile giudizio può essere una buona soluzione di continuità amministrativa”

A Bovolenta la vedremo ancora?
“Io non ho alcun problema o rancore verso la cittadinanza che risiede o vive quotidianamente in Bovolenta. Ho semplicemente scelto di fare un passo politicamente indietro e ufficializzare, con voi, la mia rinuncia alla candidatura politica nel padovano”.

I suoi progetti futuri?
“Continuerò con il mio impegno nel sociale con la onlus che tutt’ora presiedo ed ovviamente a dedicarmi alla professione di legale”.

Vuole aggiungere qualcosa?
“Di sicuro ringrazio tutte le persone che mi hanno sostenuto fino ad oggi e ci tengo a rinnovare ogni mia estraneità a forme di odio ed altro che qualcuno ha invece ipotizzato fraintendendo i miei post su alcune tematiche molto delicate”.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here