20.9 C
Venezia
martedì 21 Settembre 2021

REDDITOMETRO AL VIA DA OGGI | SCOPERTI, CONVIENE PAGARE, C'E' LA SANZIONE RIDOTTA

HomeNotizie NazionaliREDDITOMETRO AL VIA DA OGGI | SCOPERTI, CONVIENE PAGARE, C'E' LA SANZIONE RIDOTTA

Dopo una prima fase di sperimentazione, in cui lo 'strumento' non ha originato problemi in simulazione, parte l'operazione vera e propria.
Redditometro al via tra le ansie e le preoccupazioni degli italiani.
Si tratta di un'elaborazione che rende connesse 128 banche dati. Un'enormità  di dati in entrata che dovranno, sostanzialmente, essere incrociati.
Oggi il redditometro verrà  fisicamente “acceso”, ed in pochi secondi sarà  in grado di sfornare la prima lista dei potenziali evasori fiscali, si tratta di persone che verranno invitate all'Agenzia dell'entrate per spiegare come hanno fattoa spendere con quel regime dopo aver dichiarato al Fisco così poco.
I primi dati esaminati saranno i redditi del 2009, dichiarati nel 2010. Il sistema segnalerà  agli ispettori del fisco tutti i casi in cui la differenza è superiore al 20%, cioè la soglia stabilita per cui deve scattare l’accertamento.

Si conta che, a regime, lo strumento permetta 35 mila verifiche l’anno, In presenza di incongruenza il contribuente dovrà  spiegare al Fisco l'origine della differenza. Se le spiegazioni non saranno esaurienti verrà  aperta la pratica di accertamento vera e propria.

A quel punto non restano che due strade: pagare entro quindici giorni per avere le sanzioni ridotte, oppure avviare un contenzioso, ricorrendo alla giustizia tributaria, ma si ritiene che in molti, di quanti beccati con le mani nella marmellata, adotteranno la prima via.
Il redditometro che parte oggi, va specificato, inoltre, non porterà  alcun problema per i contribuenti 'onesti' non hanno proprio nulla da temere.

Paolo Pradolin
[redazione@lavocedivenezia.it]

Riproduzione Vietata
[19/08/2013]


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor