Il punto di fine anno del sindaco Brugnaro: "Venezia ha ricominciato a camminare"

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha fatto il punto sulla situazione generale questa mattina al Municipio di Mestre con la tradizionale conferenza stampa di fine anno. L’incontro è poi proseguito con gli interventi degli assessori comunali e dei consiglieri delegati.

“Abbiamo avviato il percorso per invertire la tendenza – ha esordito il primo cittadino – perché stiamo mettendo a frutto il lavoro di efficientamento eseguito sulla macchina comunale. Ora si tratta di sviluppare un’operazione culturale per spiegare ai cittadini quanto sia importante il bilancio comunale. Con i fatti dimostriamo – ha continuato Brugnaro – che siamo riusciti ad alleggerire i costi tanto da trovare le risorse necessarie per diminuire il debito e fare investimenti. Solo chi risparmia può poi aiutare gli altri sostenendo progetti e servizi, e noi l’abbiamo fatto nonostante il lascito che avevamo ricevuto. Dobbiamo credere nel lavoro e nel rilancio della Città, in un clima di sostenibilità economica, sociale, ambientale. Venezia ha ripreso a camminare e continuerà a farlo anche grazie alla vivacità del mondo associativo, che abbiamo sempre sostenuto in modo trasversale. A dimostrazione di tutto ciò – ha continuato il sindaco – voglio ricordare alcuni importanti riconoscimenti che abbiamo ricevuto: la nostra Città ha il primato, tra quelle con più di 200mila abitanti, per la raccolta differenziata, ma è anche prima in Italia per utilizzo dei trasporti pubblici in relazione al numero di abitanti e per attività social con 6.600 tweet sul profilo ufficiale del Comune. Inoltre la Città metropolitana è la migliore per interventi Pon Metro col più veloce stato di avanzamento e attuazione in Italia; Venezia è, poi, in seconda posizione in Italia per minore disoccupazione giovanile tra i 15 e i 29 anni dopo Bolzano e, dopo Bologna, in fatto di sostenibilità ambientale. Abbiamo inoltre ricevuto il premio Anci Sicurezza Urbana 2018 nella sezione ‘Miglior operazione’ di Polizia Locale – ha continuato Brugnaro – con oltre 1 chilo e mezzo di eroina sequestrato. Per il decimo anno consecutivo, infine, le spiagge del Lido hanno ricevuto la Bandiera Blu. Per tutti questi importanti riconoscimenti – ha concluso il sindaco – voglio ringraziare tutte le società partecipate, tutti i dipendenti e tutti i cittadini. Venezia è la più bella città del mondo e i suoi abitanti devono esserne orgogliosi”.

La parola è passata poi alla vicesindaco e assessore alle Politiche della residenza, Luciana Colle: “In questi anni abbiamo investito circa 12 milioni di euro sulla residenzialità – ha precisato – e voglio ricordare l’ultimo investimento di 7 milioni e 200 mila euro per favorire il ripopolamento della città insulare andando a ristrutturare 168 appartamenti pubblici per poi rimetterli a disposizione dei cittadini. Il nostro auspicio è ora che anche i privati seguano il nostro esempio. Gli ultimi bandi che abbiamo lanciato, rivolti a under 30 e a giovani coppie, si concentrano su ragazzi che vogliano venire a studiare a Venezia per poi rimanerci. A gennaio saranno assegnati gli alloggi in Campo dei Sassi – Altobello ad anziani che saranno assistiti, ed è la prima volta che accade, dalle badanti di condominio. Infine, con l’insediamento del nuovo CdA di Ater, speriamo di poter continuare a lavorare con una buona intesa e in sinergia per poter ottimizzare al meglio il lavoro per la residenzialità”.

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

E’ seguito l’intervento dell’assessore alla Coesione sociale, Simone Venturini: “Il mio è un assessorato molto vasto – ha esordito – ma volutamente comincio dai senza dimora, ai quali vogliamo sì offrire una coperta e un pasto caldo, ma allo stesso tempo garantire una valida alternativa alla strada. Ci sono poi i nostri servizi di supporto agli adolescenti e ai giovani per affrontare il problema delle droghe e della prevenzione. A favore di anziani allettati non autosufficienti e disabili abbiamo stanziato 200mila euro in più a bilancio. Un altro punto di cui siamo orgogliosi è di avere riportato in utile l’intero sistema delle Ipab attraverso razionalizzazioni, fusioni, investimenti oculati: si tratta di quasi mille posti letto. Sul sistema bibliotecario, invece, voglio ricordare la nostra grande riforma gestionale, con nuove aperture, mezzo milione di libri sugli scaffali e oltre più di mille eventi realizzati. Solo alla Vez Junior 16mila bambini hanno preso in prestito libri, e ciò non può che soddisfarci. Non posso poi tralasciare via Piave, rinata quest’estate con il cinema all’aperto e tanti appuntamenti, e il nostro regolamento sulle sale slot che sta facendo scuola in Italia”.

Il consigliere delegato all’Innovazione e Smart City, Luca Battistella, ha ricordato i tanti progetti messi in campo, come ad esempio, Open Fiber, DiMe, il Padiglione Venezia con i Big Data. “Abbiamo rilasciato 5.785 certificati anagrafici online – ha dichiarato – il sito web del Comune ha avuto 1.550.000 visitatori unici, quello di VeneziaUnica 1.430.000, 388.000 la sezione ‘Live’ del sito istituzionale. Ci sono poi gli smart parking – ha concluso Battistella – il progetto sulla mobilità, la sicurezza e l’efficientamento energetico ‘Smarter Together’ che riguarda la Gazzera”.

L’assessore ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, ha concentrato l’attenzione sullo sforzo dell’Amministrazione in fatto di progettazione e manutenzione del territorio: “Abbiamo approvato tra questa settimana e quella precedente lavori per oltre 17 milioni di euro – ha specificato – partendo innanzitutto da priorità come la sicurezza. Tutti gli edifici scolastici hanno ora il Certificato di prevenzione incendi, un motivo d’orgoglio per questa Amministrazione. In più abbiamo collocato telecamere di sorveglianza negli asili nido e abbiamo investito più di 3 milioni di euro nella manutenzione dei plessi. Sui cimiteri – ha continuato l’assessore – voglio ricordare che c’erano quasi 10mila loculi interclusi. Quest’anno ne sono stati resi agibili più della metà, e il prossimo anno lo saranno tutti. In fatto di eliminazione delle barriere architettoniche, abbiamo moltiplicato il nostro sforzo passando dagli iniziali 80mila euro messi a disposizione per la VeniceMarathon ad inverventi per 2 milioni di euro. Altrettanto importante per noi è la sicurezza della rete fognaria, con più di 3 milioni stanziati per lo scavo dei rii e per la pulizia dei gatoli. In più, in terraferma, stiamo per chiudere la partita dell’idrovora di via Torino, fondamentale per la sicurezza idrogeologica del territorio. In laguna, inoltre – ha concluso Zaccariotto – dopo moltissimi anni sono stati investiti 5 milioni di euro per la rete antincendio in area marciana e proprio oggi in Giunta abbiamo approvato il progetto definitivo per il rifacimento completo del mercato di via Fapanni a Mestre per un totale di 2,9 milioni di euro”.

E’ intervenuta poi l’assessore al Turismo Paola Mar: “Stiamo sviluppando ulteriormente il progetto di governance territoriale del turismo – ha esordito – che segue il blocco dell’apertura di nuovi take away, di nuovi bar e ristoranti e di concessioni dei plateatici. Il progetto ‘#EnjoyRespectVenezia’ è ormai diventato un payoff famoso a livello mondiale. Devo ringraziare – ha continuato l’assessore – le associazioni che si danno da fare per il format “Le Città in Festa” con il quale sono stati realizzati più di 1.500 eventi. A Natale, inoltre, le categorie economiche hanno registrato un +25% di incassi, e Mestre è tornata attrattiva anche grazie a una Piazza Ferretto illuminata in modo molto gradevole e grazie a più di 30 alberi collocati in tanti luoghi della città. Voglio ricordare infine che abbiamo efficientato i servizi erogati dai nostri sportelli Anagrafe, riducendo i tempi di attesa di 40 minuti agli attuali 10”.

L’assessore al Personale e prosindaco del Lido, Paolo Romor, ha precisato che oggi, senza alcuna riduzione dei servizi, l’ente funziona complessivamente con 500 dipendenti in meno. “Questo è il frutto dei pensionamenti ma anche delle assunzioni mirate rispetto alle necessità dell’Amministrazione – ha spiegato – oggi possiamo contare su 32 nuove maestre, 8 giovani esperti giuridici e 200 agenti di Polizia locale. Inoltre, stiamo andando a ricostruire la squadra di operai per il pronto intervento nelle scuole per effettuare quei piccoli lavori di manutenzione che servono quotidianamente nei nostri istituti. Sul comparto integrativo dei dipendenti comunali – ha continuato l’assessore – questa Giunta ha destinato il massimo del fondo disponibile consentito dalla legge pari a circa 15 milioni di euro l’anno. Per il 2018 riusciamo a erogare circa 1.300 euro in media a lavoratore, su basi meritocratiche. Infine – ha concluso Romor, parlando come prosindaco del Lido – voglio sottolineare che per l’isola lagunare nel 2018 è stato deliberato un importante intervento straordinario di manutenzione delle strade ed è partito il progetto per realizzare una mobilità completamente elettrica ed ecocompatibile”.

In tema di sicurezza è intervenuto l’assessore alla Polizia Locale, Giorgio D’Este, precisando che, da parte dell’Amministrazione comunale, c’è un’attenzione particolare per questo aspetto: “Abbiamo avuto la forza di portare sicurezza sulle nostre strade – ha ribadito – investendo anche sulle strumentazioni utili a raggiungere l’obiettivo come l’acquisto di 13 nuove auto di servizio per i vigili. Lo scorso 11 luglio, in coordinamento con la Questura, si è conclusa un’importante operazione anticrimine in via Monte San Michele a Mestre. Giusto pochi giorni fa ho incontrato i cittadini per gli auguri natalizi e i residenti del quartiere Piave mi hanno raccontato di avere la sensazione di vivere in un altro mondo. Infine, l’apertura del nuovo comando generale della Polizia Locale al Tronchetto, sarà un ulteriore pezzo fondamentale del puzzle”.

L’assessore Renato Boraso ha parlato di viabilità, sostenendo che “questa città possiede l’azienda di mobilità più grande del Veneto con oltre 3mila dipendenti. Abbiamo acquistato quest’anno 60 nuovi autobus e prorogato il contratto di servizio con Avm, cosa non scontata. L’anno prossimo, poi, ci sarà la gara per potenziare la mobilità elettrica al Lido e a Pellestrina, ma in laguna abbiamo anche deliberato 13 nuove darsene che saranno realizzate anche nelle isole. Cambiamenti positivi anche in terraferma – ha concluso l’assessore – con il nuovo sistema di rotatorie in centro a Mestre e l’entrata in funzione di mille stalli di ‘smart parking'”.

Molteplici gli aspetti su cui si è soffermato l’assessore all’Urbanistica e all’Ambiente Massimiliano De Martin: “Il Piano degli arenili del Lido è uno strumento urbanistico che già dal 2007 chiedeva di essere approvato – ha dichiarato – Noi l’abbiamo fatto in tempo utile per iniziare la stagione estiva 2018, così da permettere agli imprenditori delle nostre spiagge di investire già da quest’anno. La Giunta ha manifestato il suo interesse per 110 dei 580 progetti presentati nell’ambito del Piano degli interventi per un valore complessivo di 800 milioni di euro. Il masterplan presentato dal sindaco Brugnaro quest’estate per il Parco di San Giuliano, invece, è frutto di un lungo lavoro per far coesistere tutte le realtà che operano in quell’area, dai trasportatori alle remiere fino al nuovo canile. Rispetto allo stadio – ha continuato De Martin – non si era mai arrivati così avanti nell’iter di approvazione. Aggiungo poi che, in discussione in questi giorni nelle commissioni, c’è il Piano delle acque, che doveva essere adeguato ancora nel 2006/7 ma non era stato fatto. Oltre a essere un progetto che fotografa il nostro territorio in fatto di rischio idraulico, ha anche una valenza ambientale perché permette di gestire tutte le acque canalizzate. Altro annoso problema era il riordino del Tronchetto e del mercato ittico, che sarà rifunzionalizzato anche in chiave sicurezza. E’ stata approvata stamattina, inoltre, la delibera per la costruzione del nuovo canile, con un investimento di 1 milione e 400mila euro. Quando ci si deve confrontare con soggetti terzi si ha la conferma che la politica ambientale del Comune è efficace: a dicembre 2016, infatti, avevamo già raggiunto l’obiettivo di Kyoto che prevedeva di abbassare, entro il 2020, le emissioni di CO2 del 20%”.

Le conclusioni sono state affidate all’assessore al Bilancio, Michele Zuin: “Riassumerei il 2018 dicendo che abbiamo garantito i servizi portando il bilancio in pareggio – ha affermato – Tre gli indicatori: partivamo da un disavanzo in parte corrente di 52 milioni di euro, l’abbiamo ridotto di 18 milioni in 3 anni. Liquidità: da un deficit di cassa di 100 milioni, nel 2018 siamo arrivati a +40 milioni di euro di cassa libera. Debito: siamo passati da 799 a 740 milioni. Sul Casinò abbiamo aspettato fine anno per capire a che punto siamo, registrando un +6,5 milioni di euro sul 2017, +2 milioni sul 2016. Si tratta di 2 anni in utile efficientando e senza riduzioni di personale. Nel 2019 – ha concluso l’assessore – tra i fiori all’occhiello ci sarà il Salone nautico, che porterà sviluppo in un settore strategico per tutta la città.. Essere riusciti a finanziare questo evento è per noi una grossa soddisfazione”.

ULTIME NOTIZIE PUBBLICATE


Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here