pubblicità
pubblicità
11.6 C
Venezia
sabato 17 Aprile 2021
HomeIn CopertinaProstituzione a Mestre e Marghera non si ferma: oltre 30 multe in due giorni

Prostituzione a Mestre e Marghera non si ferma: oltre 30 multe in due giorni

Prostituzione di strada: la Polizia locale eleva a Mestre trentun verbali in due giorni.
Intensa attività della Polizia locale in questi giorni e non solo per presidiare il territorio dal rischio assembramenti ma anche per tenere sotto controllo il fenomeno della prostituzione di strada e contrastarne, da subito, in questo periodo di lockdown, una possibile recrudescenza.

Ai sensi dell’articolo 75 del nuovo Regolamento di Polizia e Sicurezza Urbana del Comune di Venezia (che affianca alle tre tradizionali zone interdette dalle delibere di Giunta, ossia via Piave, Terraglio e Fratelli Bandiera, tutte le aree meritevoli di particolare tutela) sono stati elevati così, negli ultimi due giorni, 16 verbali da

350 euro e 15 da 100 euro, ciascuno congiuntamente all’irrogazione dell’Ordine di allontanamento.
Le aree controllate in maniera particolare dal Nucleo di Pronto Impiego della Polizia Locale, operante anche con auto civetta, sono state quelle tra le vie Fratelli Bandiera, a Marghera, e Fagarè, Podgora, Col di Lana, a Mestre.
In via Fratelli Bandiera sono state sanzionate prostitute di nazionalità bulgara, unitamente a clienti di nazionalità italiana, romena e bangladese provenienti da Mirano, Scorzè, Mestre e Campodarsego.

All’interno del Rione Piave sono state invece multate lucciole rumene e cinesi, insieme a clienti italiani residenti a Martellago, Treviso e Bari.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
spot
sponsor