26.4 C
Venezia
venerdì 30 Luglio 2021

PD: “Pfizer smentisce Zaia: intermediari non vendono vaccini. Ora in Procura”. Lettere

HomeIn CopertinaPD: "Pfizer smentisce Zaia: intermediari non vendono vaccini. Ora in Procura". Lettere


Gruppo PD Veneto: “Pfizer smentisce Zaia sui vaccini: adesso il presidente ha il dovere di denunciare”.

“L’Unione Europea mette in guardia dagli acquisti ‘fai da te’ al di fuori dei canali ufficiali, l’Ufficio anti frode di Bruxelles (l’Olaf) ha lanciato l’allarme sull’aumento delle tentate truffe legate a vaccini falsi o inesistenti, la Procura di Milano apre un’indagine sui faccendieri e c’è chi auspica un intervento dell’Autorità nazionale anticorruzione.
Come se non bastasse, Pfizer ha smentito Zaia: gli intermediari non possono proporre i loro vaccini, perché non li forniscono a privati, ma solo ai Governi.
Di fronte a queste parole il presidente ha il dovere

di denunciare in Procura portando tutte le carte, non può tirare dritto come se niente fosse, dicendo che non ha seguito la trattativa o scaricando sul commissario Arcuri, girandogli le offerte”.
Con una nota dei consiglieri regionali Andrea Zanoni, Francesca Zottis, Anna Maria Bigon, Giacomo Possamai, Vanessa Camani e Jonatan Montanariello, il Partito Democratico Veneto torna a sollecitare la massima trasparenza sul caso dell’acquisto di vaccini.
“Tutti vogliamo uscire prima possibile dalla pandemia e sappiamo che l’unico modo è accelerare le operazioni di vaccinazione. Ma questo va fatto in piena sicurezza, in gioco c’è la vita delle persone”.
“Negli ultimi giorni continuano ad arrivare segnali di allarme sui rischi del ‘fai da te’: non possono restare ancora inascoltati”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.