venerdì 28 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Pesce in nero destinato al territorio veneziano, multa a trasportatori cinesi e italiani

HomeMulte e sanzioniPesce in nero destinato al territorio veneziano, multa a trasportatori cinesi e italiani

Pfas: vietato il pesce in 21 comuni del Veneto
Pesce in nero viaggiava nascosto nei camion verso Mira e Dolo, vicino a quello con le certificazioni.
La Guardia di finanza ha sanzionato per diverse migliaia di euro 11 autotrasportatori, italiani e cinesi, che volevano far arrivare in Veneto circa una tonnellata di pescato senza documentazione di tracciabilità: salmoni, aragoste, gamberi e moscardini, canestrelli, granseole.

Merce pregiata nel settore della pesca, per la tipologia e il prezzo con cui viene venduta nei ristoranti, ma in questo caso senza documentazione relativa alla provenienza. Viaggiava nei camion occultata e doveva arrivare nelle zone di Mira, Dolo, Rosolina mare, Casalserugo, Padova, per essere venduta.

Pesce che probabilmente sarebbe arrivato sulle tavole dei veneziani, se la Guardia di finanza, nell’ambito di una serie di controlli sull’autotrasporto delle merci, lungo la Statale Romea, non avesse scoperto il grosso quantitativo di merce in nero.

La normativa prevede infatti che i consumatori debbano poter disporre, attraverso l’etichettatura, di tutte le informazioni necessarie a ricostruire le fasi della produzione, anche per poter scongiurare il rischio di consumare prodotti non trattati nel rispetto delle norme igieniche.

Le multe e i sequestri hanno colpito, in tutto, 11 autotrasportatori di nazionalità italiana e cinese, con sanzioni amministrative che ammontano a diverse migliaia di euro.

Tra la merce che è stata sequestrata c’erano salmoni, aragoste, gamberi, moscardini, canestrelli, granseole e seppie, che venivano nascosti dietro a cassette di pesce certificate, cioè regolarmente etichettate.

Dalle dichiarazioni dei trasgressori è stato possibile capire che le partite sequestrate erano destinate alla commercializzazione in Veneto, nelle zone di Mira, Dolo, Rosolina, Casalserugo e Padova.

Tutti i prodotti sequestrati sono stati posti a disposizione delle competenti autorità sanitarie per i successivi accertamenti.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Infarto durante corsa: tragedia a Treviso. Ha 12 anni

Momenti grande paura oggi per un ragazzo di 12 anni colpito da un arresto cardiaco mentre stava correndo una marcia campestre a Vittorio Veneto, nel trevigiano. Il giovane atleta, iscritto alle Fiamme Oro di Padova, è stato visto barcollare e poi...

Reliquie Santa Lucia da Venezia alla Sicilia con assistenza della Polizia

Santa Lucia da Venezia alla Sicilia Domenica 14 dicembre, la Polizia di Stato accompagnerà “Santa Lucia” nel suo prossimo viaggio in Sicilia. Alle 7:30 del mattino le spoglie della Santa saranno portate, con imbarcazioni della Polizia di Stato, dalla basilica dei Santi Geremia...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"