20 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Parcheggio ospedale dell’Angelo, ora si paga con il Telepass

HomeNotizie Venezia e MestreParcheggio ospedale dell'Angelo, ora si paga con il Telepass

Gruppo Tosi in Regione: vogliamo vedere i conti delle Ulss

Il Telepass fa il suo ingresso nei parcheggi dell’Ospedale dell’Angelo gestiti da APCOA Parking Italia S.p.A., e la viabilità ospedaliera diventa più semplice.

Da oggi infatti, in uno dei due varchi di ingresso e in tutti i varchi di uscita generali, oltre che in quelli del parcheggio Multipiano, tutti i clienti Telepass possono parcheggiare e pagare la sosta con lo stesso trasponder e le stesse modalità offerte dal Telepass autostradale.

All’utenza viene lasciata quindi la possibilità di scegliere se entrare nelle aree ospedaliere tramite il varco dedicato al sistema telepass oppure tramite i varchi che prevedono l’utilizzo del classico ticket.

All’ingresso dei varchi dedicati, l’apparato telepass viene riconosciuto senza alcuna particolare attivazione e senza ticket consentendo, senza costi aggiuntivi, l’ingresso, l’uscita e il pagamento della sosta direttamente in via posticipata sul proprio conto Telepass.

Tutta la viabilità ospedaliera, sia essa composta da utenti occasionali, dipendenti, fornitori o altre categorie, potrà quindi giovare di una maggiore fluidità, essendoci meno pagamenti in cassa automatica, meno code presso le barriere di ingresso e uscita, meno traffico veicolare.

Arturo Benigna, Amministratore Delegato di APCOA Parking Italia S.p.A., dichiara: “Dopo i successi delle aperture nei centri cittadini di Torino, Verona, Milano, Parma, Bologna e Genova, e negli aeroporti di Milano Malpensa, Orio al Serio e Bari, con l’Ospedale dell’Angelo di Mestre APCOA inaugura il servizio telepass anche nel settore della sosta ospedaliera, primo caso in Italia di una realtà sanitaria complessa e di rilievo internazionale. In tutti i centri cittadini e parcheggi aeroportuali dove APCOA ha introdotto il telepass, il servizio è stato estremamente apprezzato dalla clientela (ne sono una riprova i tassi di utilizzo che arrivano a picchi del 70%) e siamo sicuri che lo stesso avverrà con questo segmento di mercato in generale e nello specifico con l’utenza dell’Ospedale dell’Angelo. APCOA si conferma l’operatore leader anche in questo segmento di business grazie al continuo rinnovamento delle strutture che gestisce ed alla costante attenzione alle esigenze dei diversi segmenti di utenza che serve”.

12/09/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

4 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Oggi Sabato 19 giugno 2031 ore 15.20
    Telepass no funziona, Bene, sempre meglio
    …. Il Servizio a portata del Cittadino

  2. È vero: mi hanno prelevato 6€ per aver effettuato accesso al P.S. . Ho parcheggiato l’auto per meno di due ore, per poi spostarla sul parcheggio Auchan…..nonostante tutto hanno prelevato. Ho mandato mail all’ufficio relazione con pubblico, ma dopo sette giorni non hanno ancora risposto.

  3. È vero: mi hanno prelevato 6€ per aver effettuato accesso al P.S. . Ho parcheggiato l’auto per meno di due ore, per poi spostarla sul parcheggio Auchan…..nonostante tutto hanno prelevato. Ho mandato mail all’ufficio relazione con pubblico, ma dopo sette giorni non hanno ancora risposto.

  4. Così in ogni caso di problemi bisognerà aspettare il rendiconto mensile e se non ti accorgi ti fottono come i dipendenti che devono pagare il parcheggio per fare il loro lavoro, e i gestori del servizio ingrossano le tasche. E non rispondono dei furti che avengono nei loro ambienti.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.