COMMENTA QUESTO FATTO
 

'Open Data e Condivisione di Buone Pratiche', a Mestre il convegno conclusivo del progetto DeSK

Mercoledì prossimo, 25 settembre 2019 nell’Auditorium del Centro Servizi della Città metropolitana di Venezia (Mestre, Via Forte Marghera 191), dalle 9,30 alle 13,30 il convegno conclusivo per condividere le funzionalità del progetto tecnologico DeSK.

L’incontro – il quarto realizzato dall’inizio dell’anno con oltre 500 partecipanti coinvolti – si rivolge agli amministratori dei comuni, alle società partecipate dei servizi pubblici locali, alle università e istituti di ricerca, agli ordini professionali – architetti, ingegneri, geometri, geologi, ed è stato accreditato dagli ordini professionali provinciali degli architetti e degli ingegneri.

DeSK (acronimo di Decision Support System alla Knowledge territoriale) riguarda in generale un insieme di strumenti per conoscere e governare in modo sostenibile il territorio. Nello specifico, indica un progetto di riuso di una good practice sviluppata dalla Città metropolitana di Milano con il partner tecnologico Corvallis SpA, e condivisa con tre enti partner – le Città metropolitane di Venezia (capofila del progetto), di Genova e Provincia di Taranto.

Da un punto di vista tecnico è un sistema di applicativi e servizi web, open source e facilmente fruibili anche da dispositivi mobili, che consentono l’analisi e la condivisione dei dati territoriali, per un esame più completo e aggiornato del territorio. Costituiscono anche un supporto alle decisioni strategiche che gli amministratori si trovano a prendere e che possono riguardare lo sviluppo urbanistico, il recupero ambientale, il sistema trasportistico e viabilistico, il marketing territoriale e molto altro.

Il programma ha previsto anche la realizzazione di alcuni corsi completamente gratuiti sul QGIS per formare i tecnici che si troveranno ad operare sui dati territoriali nell’ambito di DeSK. Le due giornate previste a Mestre si svolgeranno il 30 settembre e il 3 ottobre prossimi.

Sostenuto dall’Agenzia per la Coesione Territoriale e finanziato con 700 mila euro dal programma ‘PON Governance e Capacità istituzionale 2014-2020’, DeSK rientra a pieno titolo nelle strategie dell’Unione Europea indicate in ‘Europa 2020’ che puntano alla creazione di condizioni favorevoli per una crescita dei territori intelligente, sostenibile e inclusiva. Una crescita che può essere sostenuta e promossa, oltre che dall’informatizzazione e digitalizzazione degli strumenti conoscitivi dei territori e delle città, anche da politiche che guardino con favore non solo alla coesione territoriale ed economica, ma anche culturale e sociale.

L’incontro è aperto al pubblico e ai media e terminerà con un piccolo buffet.

Il programma:

ore 9.00: Registrazione dei partecipanti e welcome coffee

ore 9.30: Saluti istituzionali

Rappresentante Ente capofila – Città metropolitana di Venezia
Rappresentanti Enti Partner – Città metropolitane di Milano, Genova e Provincia di Taranto
Anna Buzzacchi – presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Venezia
Mariano Carraro – presidente del Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Venezia
Maria Rosa Pavanello – presidente ANCI Veneto
Riccardo Monaco – autorità di Gestione del PON Governance, Agenzia per la Coesione Territoriale

ore 10.00: Presentazione del progetto DeSK e obiettivi

Franca Sallustio – responsabile del Progetto, dirigente Servizio informatica e responsabile per la transizione digitale Città metropolitana di Venezia
L’architettura del Progetto e gli aspetti organizzativi

Cinzia Davoli – area Ambiente e tutela del Territorio Città metropolitana di Milano
La buona pratica della Città metropolitana di Milano e l’evoluzione del progetto

ore 10.30: Trasferimento ed evoluzione del progetto DeSK: procedure e indicatori
territoriali a supporto delle scelte strategiche

Pierluigi Valenti – esperto sistemi GIS Remote Sensing and GIS Analyst, Corvallis SpA, partner tecnologico progetto DeSK
L’importanza del DBT e le sue potenzialità applicative sul territorio applicate al progetto DESK
Domenico Fischetti – esperto in sistemi GIS applicati a tematiche di sicurezza e protezione civile, incaricato per lo sviluppo Progetto DeSK, e
Leonardo Barbiero – esperto in sistemi GIS applicati a tematiche ambientali e urbanistiche, incaricato per lo sviluppo Progetto DeSK
Trasferimento ed evoluzione dei sistemi in riuso applicati alla Città metropolitana di Venezia

ore 11.15: Alcuni indicatori territoriali in ambito urbanistico e subsidenza

Massimo Pizzato – Comitato scientifico Progetto DeSK, Area Pianificazione territoriale e Urbanistica Città metropolitana di Venezia
L’importanza di utilizzare gli strumenti in ambito applicativo per concertare, segnalare o censire.

ore 11.30: Coffee break

ore 11.50: Applicazione dei Sistemi informativi Territoriali

Luca Celeghin – Comitato scientifico Progetto DeSK, responsabile tecnico SIT Città metropolitana di Venezia, Servizio informatica Città metropolitana di Venezia
Il SIT metropolitano, le sue applicazioni e l’integrazione con i nuovi strumenti – stato dell’arte, Webmapp e gli sviluppi futuri della collaborazione con i comuni

Paolo Cavallini – Presidente di QGIS.ORG e fondatore di QGIS Italia, Faunalia S.r.l.
Un caso di applicazione di software open source sul territorio e gli sviluppi futuri di QGIS

Denis Maragno – docente nel settore scientifico-disciplinare Sistemi di elaborazione delle informazioni ICAR 20 Tecnica e Pianificazione Urbanistica, Università IUAV di Venezia
Alcuni case study nel territorio metropolitano di Venezia

ore 13.00: Domande e Risposte

ore 13.30: Chiusura lavori e light lunch

Modera: Patrizia Salvaterra, giornalista incaricata per la comunicazione del progetto DeSK.

L’evento è organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Venezia e la Fondazione Ingegneri Veneziani, e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Venezia.
La partecipazione al Convegno darà diritto a 4 CFP per gli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori della provincia di Venezia. La partecipazione al Convegno darà diritto a 3 CFP per gli Ingegneri della provincia di Venezia. 

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here