Nuovo virus cinese: aggiornamenti in tempo reale. Situazione ad oggi 27/01

ultimo aggiornamento: 28/01/2020 ore 04:59

5829

nuovo virus cinese aggiornamenti situazione 2701

Nuovo virus cinese: questi gli ultimi aggiornamenti dalle agenzie internazionali.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 00.20.
Negli Usa 5 casi accertati.

Il quinto caso di coronavirus negli Stati Uniti e’ stato registrato in Arizona.
Le autorita’ sanitarie Usa hanno spiegato che tutti e cinque i casi registrati finora sono legati a persone che hanno avuto contatti con la citta’ cinese di Wuhan, quella da cui e’ partito il focolaio del virus.


Aggiornamento 27/01/2020 ore 02.00.
Direttore Oms in Cina per strategia contenimento

Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus ha annunciato che sta per recarsi in Cina per discutere dei modi per contenere il focolaio di coronavirus che ha già ucciso 56 persone e contagiato quasi 2.000.
“I miei colleghi dell’Oms ed io vorremmo comprendere gli ultimi sviluppi e rafforzare la nostra partnership con la Cina nel fornire ulteriore protezione contro l’epidemia”, ha dichiarato Ghebreyesus su Twitter.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 03.00.
Cina virus: salgono a 80 i morti e i casi certi a 2300

Il bilancio ufficiale delle vittime del coronavirus sale a 80 morti ed oltre 2.300 casi di contagio confermati in tutta la Cina.
Le autorità di Hubei, epicentro del virus, riferiscono oggi di 24 nuove vittime e di 371 nuovi casi.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 05.00.
Virus Cina: altri 450 casi confermati, 2.750 totali

Altri 444 casi confermati, per un totale di 2.744: è il nuovo bilancio delle infezioni per il coronavirus cinese.
Lo ha riferito la Commissione nazionale per la salute (Nhc) della Cina, confermando il bilancio di 80 morti finora.


Aggiornamento 27/01/2020 ore 06.00.
Virus Cina: media, Giappone da domani invia voli charter

Il governo giapponese invierà un aereo charter nella città cinese di Wuhan, con ogni probabilità nella giornata di martedì, per consentire ai cittadini nipponici di rientrare in patria. Lo ha anticipato una fonte dell’esecutivo all’agenzia Kyodo, dopo le anticipazioni fatte ieri durante la conferenza stampa del premier Shinzo Abe.
Il ministero degli Esteri ha confermato che già nel fine settimana aveva iniziato a fare una stima dei residenti giapponesi a Wuhan – il centro metropolitano considerato l’epicentro del corona virus – riuscendo a contattare 430 dei poco più dei 700 cittadini giapponesi. Separatamente, in una audizione alla Camera bassa, Abe ha annunciato che il governo intende aggiungere il corona virus nella lista di malattie infettive designate. In questo modo le autorità mediche potranno prendere misure specifiche se il diffondersi delle infezioni sarà confermato in Giappone.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 07.00.
Virus Cina: Mongolia chiude frontiere e scuole

La Mongolia ha chiuso le frontiere stradali con la Cina per il rischio di diffusione del nuovo coronavirus.
Per lo stesso motivo è stata decisa la chiusura delle scuole.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 09.00.
Virus: potenziato da oggi numero verde Ministero Salute italiano

Potenziato da oggi il numero verde 1500 del Ministero della Salute che fornisce gratuitamente ai cittadini informazioni, in italiano, inglese e cinese sul Coronavirus. Il numero è attivo 24 ore su 24.
Come si trasmette il coronavirus, quali i sintomi, quali i consigli per prevenire il contagio: sono queste alcune delle domande a cui è possibile trovare risposta, da oggi, parlando direttamente al telefono con operatori del Ministero.
Il servizio telefonico normalmente fornisce informazioni sanitarie di diverso tipo, dalle vaccinazioni alle liste d’attesa, e da oggi è potenziato per rispondere anche alle domande dei cittadini sul virus partito da Wuhan.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 11.00.
Virus Cina: Berlino valuta evacuazione tedeschi Wuhan

La Germania sta valutando la possibilità di evacuare i cittadini tedeschi che si trovano a Wuhan, la città cinese da cui si è diffuso il Coronavirus.
Lo ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri Maria Adebahr, in conferenza stampa a Berlino.
In queste ore, ha spiegato, si sta riunendo a Berlino un’unità di crisi su questa emergenza sanitaria.
Sono 19 i cittadini tedeschi che “vivono, lavorano o studiano” a Wuhan.
In Germania, ha poi aggiunto la portavoce del ministero della Sanità, ci sono tutti gli strumenti per “riconoscere eventuali casi di infezione, isolarli e trattarli”.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 13.00.
Virus: esperto tedesco, ‘coronavirus si circoscrive da solo’

L’infezione causata dal nuovo coronavirus 2019-nCoV, responsabile dell’epidemia di polmonite in Cina, è autolimitante: dopo un certo lasso di tempo, quando un sufficiente numero di persone avrà prodotto i necessari anticorpi, la continua diffusione del virus potrà essere circoscritta, ponendo così fine alla propagazione dell’epidemia.
Ne è convinto l’infettivologo tedesco Rolf Hilgenfeld, dell’Università di Lubecca, che ha così dichiarato in un’intervista al China Media Group (CMG).
Lo studioso ha portato in Cina due inibitori del coronavirus associato alla SARS (SARS-CoV) per sperimentarne gli effetti sul 2019-nCoV.
Per anni, Hilgenfeld e il suo gruppo di ricercatori si sono dedicati alla ricerca degli inibitori del SARS-CoV.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 14.00.
Virus Cina: 769 nuovi casi in 24 ore, 2.835 i contagi

La commissione nazionale di sanità cinese ha reso noto che sono stati registrati 769 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, fino alla mezzanotte di domenica.
I decessi legati sono intanto saliti a quota 81, mentre i casi accertati dell’infezione in Cina ammontano a 2.835, secondo l’ultimo bollettino fornito dalla tv statale Cctv, aggiornato alle 18:00 locali (le 11:00 in Italia), in base alle comunicazioni delle autorità sanitarie.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 14.30.
Virus Cina: primo caso sospetto in Africa

Le autorità della Costa d’Avorio stanno effettuando controlli per un sospetto contagio da coronavirus che, se confermato, sarebbe il primo nel continente africano.
Lo rendono noto i media locali citando il ministero della Sanità.
Si tratta di uno studente ivoriano di rientro da Pechino.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 16.00.
Virus Cina: è psicosi, mascherine sold out in farmacie Roma

Scatta la psicosi per il coronavirus tra molto turisti e viaggiatori in partenza con voli aerei e le mascherine protettive, da questa mattina, risultano sold out in varie farmacie di Roma.
Varie farmacie hanno esposto da cartelli con la scritta ‘mascherine esaurite’, a seguito della forte richiesta delle ultime ore.
Ma da Federfarma rassicurano: saranno presto di nuovo disponibili e non si registra una carenza di scorte nei magazzini dei rifornitori.
Inizialmente le richieste – spiegano nelle farmacie – hanno riguardato i modelli piu’ sofisticati, in particolare quelle con un piccolo filtro, ma per la carenza di disponibilita’ la scelta e’ caduta anche sulle altre piu’ semplici.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 17.00.
Virus Cina: Oms, rischio a livello globale è elevato

Oggi l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato che il rischio globale derivante dal coronavirus cinese è “elevato”, ammettendo un errore nei suoi precedenti rapporti in cui riferiva che il rischio fosse “moderato”. L’ultimo rapporto dell’organismo Onu, diffuso domenica sera, ha rilevato un rischio “molto alto in Cina, alto a livello regionale e alto a livello globale”.
In una nota aggiunge che nelle comunicazioni dei giorni precedenti era stato detto “erroneamente” che il rischio era “moderato”, ha spiegato la portavoce Fadela Chaib.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 18.00.
Virus Cina: Egitto, agenzie di viaggio sospendono i tour

L’Associazione delle agenzie di viaggio egiziane ha annunciato la sospensione “di tutti i voli da e per la Cina” a causa dell’epidemia di coronavirus. Lo scrive il sito Egypt Independent sintetizzando un comunicato ufficiale dell’Associazione.
In Egitto ci sono 24 agenzie di viaggi specializzate nel mercato cinese e solo per questo inverno erano attesi circa 30 mila turisti dalla Cina.
L’aspettativa per l’intero 2020 era di 150 mila visitatori, ricorda il sito citando un componente del Comitato per il marketing del turismo culturale, Mohamed Fathi.

Aggiornamento 27/01/2020 ore 19.00.
Virus Cina: via task force in Lazio:”Attenzione alta, no allarme”

Si è insediata oggi presso l’assessorato alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio la task force del Servizio sanitario regionale per la gestione delle modalità operative sul coronavirus (2019-nCoV) successive alle indicazioni del Ministero della Salute”. Lo rende noto l’assessorato.
“Della task force fanno parte il direttore operativo del Nue 112 – è spiegato – il direttore sanitario dell’Ares 118 e dell’Inmi Spallanzani, il direttore regionale della Programmazione sanitaria, l’Area Ospedaliera e l’Area della Prevenzione, nonché il Seresmi (Servizio vigilanza malattie infettive). Ci sarà un aggiornamento giornaliero per coordinare le modalità operative secondo i protocolli di gestione emanati. Al momento non c’è alcun allarme ma l’attenzione è alta”.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here