Nuove rampe sui ponti di Castello. La Soprintendenza chiede modifiche al progetto delle definitive

ultimo aggiornamento: 24/06/2020 ore 09:58

318

nuove rampe arsenale veneta marina
Nuove rampe sui ponti di Castello, quello dell’Arsenale e quello de la Veneta Marina.

In quella parte di Venezia più popolata e meno frequentata dai turisti, le passerelle metalliche erano state rimosse alcuni mesi fa, anche a causa dell’acqua alta, ma ieri sono ricomparse nuove lastre e installazioni con i nastri rossi. I lavori per la loro installazione sono appena iniziati ma nel giro di qualche giorno saranno pronte.

Si tratta delle due rampe sul ponte dell’arsenale, quello che collega la riva Ca’ di Dio alla riva San Biagio, e delle due sul ponte successivo, quello della Veneta Marina che collega riva San Biagio con Riva Sette Martiri, da cui si snoda anche la via Garibaldi. Non c’erano più da mesi le strutture, a differenza di quelle sui ponti dell’area marciana e di Riva degli Schiavoni che sono rimaste sempre presenti, per agevolare la mobilità delle persone con disabilità e non solo, anche di mamme con passeggini e anziani.

Un paio di settimane fa alcune passerelle a San Marco hanno visto lavori di manutenzione e sistemazione, ma si tratta pur sempre di quelle provvisorie, introdotte grazie alla Venice Marathon e via via prorogate per periodi sempre più lunghi ma che, di volta in volta, necessitano del nulla osta della Soprintendenza per la loro temporanea permanenza sui ponti veneziani. E sempre la Soprintendenza deve esprimersi sul progetto presentato dall’amministrazione comunale per installare le passerelle definitive sui ponti di Riva degli Schiavoni e Riva Sette Martiri, come già fatto alle Zattere.

Rampe che non saranno comunque permanenti, almeno nel senso stretto della parola. La Soprintendenza ha infatti chiesto al Comune di Venezia alcune modifiche al progetto presentato, e tra queste una in particolare sulla tipologia di pavimentazione delle nuove strutture, che dovrà essere rimovibile.

L’altra modifica richiesta riguarda invece le balaustre delle nuove passerelle, che rispetto al progetto sulla carta dovranno cambiare ed essere in tubi metallici.

Già in occasione di un danno ad una rampa di San Marco, la settimana scorsa, l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Francesca Zaccariotto, ha auspicato che la risposta della Soprintendenza al progetto comunale possa arrivare in tempi rapidi per procedere con il progetto definitivo ed esecutivo da approvare in giunta, infine con il bando di gara per l’affidamento dei lavori per l’installazione delle nuove rampe che dovrebbero arrivare per i cinque ponti di Rive degli Schiavoni e Riva Sette Martiri.

Ma se dopo tutti questi mesi l’organo del Ministero non ha ancora dato l’approvazione al progetto per l’area marciana, potrebbe esserci un qualche ostacolo, di tipo paesaggistico o estetico, che ne impedisce il via libera.

G.P.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here