pubblicità
pubblicità
6.8 C
Venezia
martedì 20 Aprile 2021
HomeNavigazione a VeneziaNavigazione fiume Dese - Burano-Torcello rovinata dalle barche che sfrecciano. Lettere

Navigazione fiume Dese – Burano-Torcello rovinata dalle barche che sfrecciano. Lettere

Egregio Signor Direttore,
desidero caldeggiare una proposta di navigazione esperienziale in laguna di Venezia e chiedo il suo aiuto.

Premetto di abitare in foce Dese e Osellino, dove esercito l’attività agricola e di ospitalità agrituristica. Nella mia Azienda sono anche possibili il birdwatching e caccia fotografica da automobile che è sempre più apprezzata.
Unico neo: gli ospiti ed io stesso non possiamo navigare tranquillamente alla volta di Torcello e Burano a causa dello scriteriato comportamento dei conduttori di barche che non si rendono conto del privilegio di entrare in un “negozio” di pregiati cristalli ambientali ed architettonici.
Infatti, nella considerazione della maggior parte di questi naviganti, in Laguna di Venezia, salire a bordo di un’imbarcazione non è sinonimo di staccare dal quotidiano, ma solo l’inizio di un percorso da fare il più velocemente possibile per raggiungere il mare per incontrarsi, avere occasioni conviviali etc. etc, ma del modo di navigare, del rispetto delle altrui imbarcazioni, non importa nulla.
Sono state rilasciate alcune decine di migliaia di abilitazioni alla navigazione lagunare senza corsi di formazione specifici, né tanto meno verifiche della preparazione dei conducenti che sarebbero dovuti essere formati al rispetto delle rive, delle strutture arginali e, in generale, della laguna nel suo insieme, nonché delle altrui esigenze altrettanto sacrosante delle proprie.

Propongo di attivare l’uso di alcuni tratti di laguna, particolarmente scenici, con valenza faunistica, barene, canneti e particolarità storiche ed artistiche, oltre alla dimostrazione degli usi e delle particolarità di vita dei residenti, come sperimentazione di un diverso modo di navigazione.
Uno di questi percorsi, che chiamo di navigazione esperienziale, è quello che parte dalla foce del fiume Dese e va fino a Torcello e Burano, un tratto che presenta le caratteristiche sopra esposte.
Aggiungo anche che in questo modo si stabilirà un collegamento di navigazione “sostenibile” tra museo di Altino, quello di Torcello e quello dei merletti di Burano.

Per meglio inquadrare e realizzare questa PROPOSTA, invito il Ministero, la mia Regione, e l’autorità locale a prendere la decisione di attuare la sperimentazione su detto percorso di navigazione turistica, tempo libero, attività ludica e di visitazione supportata da chiara e ben visibile cartellonistica.
Per lanciare un deciso segnale d’inversione di tendenza, ho formato la proposta di ripristinare l’originale percorso in testa al canale Osellino e chiudere, con il fango di risulta, il recente tratto artificiale creato per velocizzare la navigazione.
In aggiunta a ciò, il posizionamento di video sorveglianza aiuterà il rispetto delle norme vigenti e soprattutto la godibilità dei luoghi.

Grazie.
Claudio Marcello

Data prima pubblicazione della notizia:

Una persona ha commentato

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor