16.3 C
Venezia
mercoledì 22 Settembre 2021

Morte Serena Fasan, Procura apre fascicolo per omicidio

HomeOmicidi e assassiniMorte Serena Fasan, Procura apre fascicolo per omicidio

Serena Fasan è la farmacista di 37 anni trovata morta nel trevigiano, ed ora la notizia è confermata: la Procura indaga per omicidio.
Attorno la morte della giovane ruota un giallo.
La farmacista era stata trovata morta in casa.
Voci avevano parlato di segni sul collo della vittima.
Poche ore più tardi uno zio della donna si è tolto la vita gettandosi da un ponte.
La notizia di oggi dice che la Procura della Repubblica di Treviso ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio volontario.

La morte, avvenuta due notti fa, della farmacista, 37enne di Castelfranco Veneto (Treviso) aveva sconvolto tutta la comunità.
Il fascicolo aperto oggi rappresenta atto dovuto e non ha riferimenti a possibili indiziati.
La donna era stata trovata in casa esanime dal compagno, senza segni riconducibili a circostanze violente sul suo corpo e nell’abitazione.
Una risposta agli interrogativi dovrebbe giungere dagli esiti dell’autopsia che la magistratura affiderà probabilmente in giornata.

I Carabinieri, intervenuti nella casa di Fasan assieme al pubblico ministero e al medico legale, non avevano individuato elementi tali da far pensare ad un’aggressione.
non c’erano segni di difesa sulle braccia della vittima né altri indizi di colluttazione.
Tracce anomale riscontrate sul collo, che in un primo tempo avevano suggerito l’ipotesi di uno strangolamento, potrebbero essere invece riconducibili alle energiche manovre di rianimazione praticate dal personale medico, negli inutili tentativi di salvare la donna.

Il corpo dello zio della donna, 55 anni, è stato trovato nelle prime ore di ieri Pieve del Grappa (Treviso), ai piedi di un ponte stradale.
Gli inquirenti escludono, in base alle ricostruzioni dei suoi movimenti, la possibilità che si sia trovato nello stesso luogo della nipote nelle ore in cui è deceduta.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor