spot_img
spot_img
spot_img
18 C
Venezia
lunedì 18 Ottobre 2021

Il mistero del monolite dello Utah, cosa è stato scoperto?

Homegialli e misteriIl mistero del monolite dello Utah, cosa è stato scoperto?

Il mistero del monolite dello Utah improvvisamente esploso qualche giorno fa ha fatto molto discutere, ma a che punto sono le indagini? Che cosa si è capito finora?
Il monolite dello Utah è apparso improvvisamente in una zona remota del deserto, ma dopo qualche ora è scomparso apparentemente senza alcuna ragione: le teorie si sono moltiplicate sul “giallo”.
Il blocco è stato inaspettatamente e inspiegabilmente trovato una mattina.
La sua forma e la sua posizione ricordavano il monolite delle scene iniziali del film “2001 Odissea nello Spazio” di Stanley Kubrick, film innovativo e rivoluzionario per i tempi dato che risale incredibilmente al 1968.
Il mistero inizia con la sua apparizione.
Da quel momento il mistero ha inevitabilmente cominciato a scatenare la fantasia di tutti, ma soprattutto degli amanti delle teorie extraterrestri e delle storie di fantascienza.
Il monolite metallico inspiegabilmente comparso

in una zona remota e selvaggia del deserto dello Utah è rimasto visibile per diverse ore ma poi, altrettanto inspiegabilmente, è scomparso lasciando il posto a una piramide fatta di pietre.
Le autorità giurano di non essere responsabili della rimozione dell’obelisco conficcato nel terreno roccioso, ed hanno indagato davvero sul giallo che ha fatto impazzire i social.
Le autorità, ovviamente, non gradiscono l’entusiasmo degli appassionati di letteratura marziana, attribuendo lo strano episodio a non meglio precisati “sconosciuti”.
Burloni, magari artisti in cerca di pubblicità.
Oppure fan appassionati del film: ‘2001: Odissea nello spazio’, capolavoro di Stanley Kubrick girato del 1968, la cui vicenda ruota attorno a un molite nero molto somigliante a quello rinvenuto nel Canyonlands National Park lungo il fiume Colorado.
Alcuni osservatori, poi, hanno sottolineato la somiglianza dell’oggetto

anche con il lavoro d’avanguardia di John McCracken, un artista statunitense che ha vissuto per un certo periodo nel vicino New Mexico ed è morto nel 2011. Il monolite del mistero era composto di una struttura di metallo lucido color argento e alta circa tre metri.
L’oggetto era stata notata per la prima volta il 18 novembre.
Era stata avvistata da un elicottero che sorvolava il deserto per seguire un gregge di bighorn sheep, le pecore dalle grandi corna tipiche della regione.
Le auorità avevano deciso di non divulgare le esatte coordinate del ritrovamento per evitare un afflusso di curiosi, anche se in molti lungo i sentieri e i canyon del parco sono riusciti a trovare il misterioso e futuristico obelisco.
Una volta svanito nel nulla, poi, al suo posto è comparsa una piramide di pietre, opera che alimenta suggestioni e congetture fantasiose.
E almeno fino a che non si scoprirà

chi sono gli autori di questa vicenda, spiegano i responsabili del parco, è lecito sognare e fare qualsiasi tipo di congettura.
Dal momento della sua scoperta nessuno è mai riuscito a capire la sua collocazione o, meglio ancora, come potesse essere stato installato il monolite.
Il tenente Nick Street, portavoce del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, ha detto settimana che il monolite è stato incastonato nella roccia.
“Qualcuno si è preso il tempo di collocarlo, e poi, una volta rimosso, si è preso il disturbo di usare un qualche tipo di strumento per tagliare il cemento o qualcosa per scavare davvero, quasi nella forma esatta dell’oggetto, e incorporarlo molto bene tra le rocce” ha dichiarato alla stampa.
I funzionari hanno affermato che la struttura era molto probabilmente un’opera d’arte e che la sua installazione su un terreno pubblico era illegale.
Non era chiaro chi l’avesse messo lì, ne’ come, ne’ quando, ne’ chi ne potesse avere l’interesse.
Il mondo dell’arte ha rapidamente ipotizzato che fosse opera di John McCracken, uno scultore appassionato di fantascienza.
Se non fosse che John McCracken è morto nel 2011.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements