venerdì 28 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Mestre, infermiera presa a sputi da balordo al Distretto di via Cappuccina

HomeUlss 3 Serenissima (ex Ulss 12 Veneziana)Mestre, infermiera presa a sputi da balordo al Distretto di via Cappuccina

mestre infermiera presa sputi distretto cappuccina

Mestre: in tempo di coronavirus anche la saliva è un’arma impropria, oggi ancora di più dell’HIV. Che sia caricata a salve o che il soggetto sia positivo non è dato a sapere nel momento in cui accade il gesto che comunque resta di una gravità inaudita.

E invece è accaduto di nuovo a Mestre, dopo il caso della cassiera di supermercato che aveva ricevuto sputi da due straniere che la prendevano in giro (una delle due poi scoperta positiva).

E’ accaduto giovedì ad un’operatrice sanitaria, questa volta, arrivata alla fine del suo turno di lavoro. Poco dopo le 13 nel Distretto sanitario di via Cappuccina a Mestre si diffonde l’allarme: un’infermiera che era appena uscita è stata presa a sputi da un balordo appartenente alla categoria che in questi giorni di isolamento casalingo sembra essersi impossessata di porzioni di città.

I sanitari del distretto di via Cappuccina segnalano da tempo la mancanza di condizioni di sicurezza per loro stessi e per gli utenti. E’ marcata, infatti, la presenza nella zona di sbandati e pusher che spesso hanno atteggiamenti molesti e provocatori che si sono acuiti in questi tempi in cui la ‘clientela’ manca.

Giovedì il fatto più grave: un’infermiera che si approcciava al cancello per uscire ha abbassato il finestrino ma proprio in quel momento un disgraziato si è avvicinato e le ha sputato in faccia. Non c’è stato neanche il tempo per abbozzare una reazione.

L’episodio, sul quale verrà fatta denuncia all’autorità giudiziaria competente, ha lasciato un gravissimo disagio in tutto il personale del distretto mestrino che ora ha deciso di scrivere anche al sindaco per questo grave problema che impedisce di svolgere il loro delicato lavoro in sicurezza.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

“Venezia è ingorda di denaro. Sarebbe l’ora di un progetto sostenibile”. Lettere

Io vengo saltuariamente a Venezia dove possiedo un mini appartamento comperato 15 anni fa. Amo Venezia la sua storia i suoi scorci e la sua arte. Mi sono riconosciuto in essa essendo discendente da famiglia istro-veneta. Purtroppo negli ultimi anni Venezia...

Niente vaporetti senza GP: “La situazione qui a Burano è tragica”. Lettere

Con riferimento all'articolo "Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv", riceviamo e pubblichiamo. La situazione nell’isola di Burano è tragica!! Una parte degli isolani è letteralmente sequestrata in isola. Non è possibile fare un tampone...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...