30.1 C
Venezia
lunedì 26 Luglio 2021

Mestre: carri attrezzi ai Pili, auto rimosse

HomePiliMestre: carri attrezzi ai Pili, auto rimosse

Sanzioni in vista per chi ha usato e abusato del parcheggio scambiatore ai Pili.
Il Comune ha usato il carro attrezzi e ha sottratto all’area violata 35 mezzi, non senza aver prima preannunciato la sgradita visita e i proprietari delle automobili avrebbero potuto evitare le multe, spostando i loro mezzi nelle aree autorizzate.
L’hanno chiamata Operazione carri attrezzi e la sinistra definizione spiega gli effetti che hanno destato non poche proteste. Poco dopo il tramonto quattro grandi autocarri hanno sgomberato, detto fatto l’area, dalle automobili che sostavano al Parcheggio dei petroli e occupavano l’area scambiatrice diurna che si trova ai lati del Ponte della Libertà.
Quello era uno spazio gratuito rivolto, fin dal momento del confinamento, ai lavoratori pendolari che dalla terraferma, devono raggiungere Venezia.
Non è bastata un’ordinanza comunale chiarificatrice del regolamento comunale e delle norme da rispettare a scoraggiare gli incauti proprietari delle macchine e le conseguenze sono state inevitabili.

Il servizio parcheggio, trecento posti disponibili, abbinato ad una navetta Actv che serve tutta l’area di San Giuliano, favorisce il trasporto dei lavoratori pendolari e alleggerisce la presenza di passeggeri nei mezzi pubblici con destinazione Piazzale Roma.
Una spartizione ragionevole della viabilità che in tempi di particolare riguardo rispetto ai contagi, si è rivelato utile e centrato.
La presenza di automobili stabili in quell’area, ha penalizzato però chi lavora a Venezia e si sposta alla mattina molto presto.

Sono stati gli stessi pendolari a lamentare questa situazione e a nulla sono valsi gli interventi persuasivi nei confronti dei proprietari delle macchine che hanno continuato a usare l’area a piacimento.
È evidente che Comune e Avm hanno dovuto agire con metodi che si sarebbero potuti evitare, come la rimozione dei mezzi, i carri attrezzi e le multe salate.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.