Mestre, arrestato l’aggressore di Piazza Barche. Un cavatappi l’arma

ultimo aggiornamento: 14/05/2020 ore 23:26

505

Bloccato per furto, lituano aveva espulsione e divieto di ritorno

Arrestato dalle Volanti della Questura di Venezia il responsabile dell’aggressione in centro a Mestre.

Ieri pomeriggio la lite in centro a Mestre, in Piazza XXVII Ottobre. Nei pressi del centro commerciale “Le Barche” un uomo, cittadino tunisino con precedenti di polizia per reati sugli stupefacenti, presentava ferite da taglio al volto e al costato ed è stato immediatamente trasportato all’Ospedale “All’Angelo” dal personale del 118.


L’aggressore si era appena allontanato in bicicletta in direzione Via Fapanni e gli agenti della Volante sono riusciti immediatamente ad intercettare l’uomo.

Lo straniero, con gli abiti ancora sporchi di sangue, è stato trovato in possesso di un cavatappi professionale con lama da taglio lunga circa 4 centimetri.

Identificato dagli agenti, R.N., tunisino di 36 anni, con numerosi precedenti di polizia per reati inerenti gli stupefacenti, contro la persona e contro il patrimonio, è stato arrestato per il reato di lesioni gravi.


In attesa dell’udienza di convalida, il soggetto è stato tradotto al carcere Santa Maria Maggiore di Venezia.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here